Attività extrascolastiche, quando troppe diminuisce il rendimento scolastico

da , il

    Troppe attività extrascolastiche meno rendimento a scuola, l’accusa arriva oltre oceano ed è chiara anche se, per tranquillizzare le mamme, è bene sottolineare che si parla di oltre 17 ore a settimana, tra arti marziali, pianoforte, nuoto e chissà che altro, il tutto causa stress, stanchezza e a soffrirne sono i risultati scolastici che tendono a diminuire drasticamente. In un’epoca dove il dopo scuola viene spesso usato al posto della baby sitter i risultati della ricerca condotta dall’Università del Connecticut danno un duro colpo alle abitudini familiari. In sintesi secondo i ricercatori i bambini che partecipano a più di 17 ore di attività extrascolastiche hanno visto il loro rendimento scolastico soffrire notevolmente.

    Troppo stress, tra balletto, arti marziali, pianoforte e flauto, i nostri figli sono stressati, stanchi e svogliati, soprattutto perchè spesso queste attività necessitano di apprendimento, attenzione, e non si possono paragonare al semplice gioco, che invece è il vero bisogno dei bambini.

    Già alcuni anni fa una canzone della Zecchino d’Oro puntava il dito contro le troppe attività ‘Le Tagliatelle di Nonna Pina‘ il brano ribadisce senza troppi giri di parole che le troppe attività richieste nei pomeriggi fanno perdere tutta l’energia, se non fosse per le tagliatelle di nonna Pina, e in relatà i bambini vorrebbero solo passare più tempo con mamma e papà.

    Il dito viene puntato solamente contro chi supera le 17 ore settimanali, da una a 13 gli effetti sono solo positivi, quando i risultati negativi si fanno vedere a scuola. Gli scienziati hanno monitorato le attività di oltre 10.000 studenti dai 15 ai 16 anni. I risultati hanno dimostrato come le attività del dopo scuola, se inferiori alle 17 ore, portino dei benefici all’apprendimento scolastico. Ma gli studenti che superano le 17 ore a settimana di attività di dopo scuola vedono i risultati scolastici cadere drasticamente. I ricercatori sostengono che i genitori dovrebbero trovare un equilibrio tra scuola e dopo scuola.