Audrey Hepburn foto da mamma e diva, mostra a Roma

da , il

    Audrey Hepburn foto da mamma e diva, mostra a Roma

    Una mostra di foto di Audrey Hepburn che la ritraggono durante la sua vita quotidiana a Roma, che la mostrano così com’era, una donna, una mamma, una signora elegante che ha fatto della semplicità una virtù sofisticata e unica. La mostra è stata organizzata in occasione del 50° anniversario del mitico film Colazione da Tiffany ed è stata ideata da Luca Dotti, il secondogenito di Audrey Hepburn, insieme alla Damiani e in collaborazione con Assessorato alle Politiche Culturali di Roma Capitale, la Audrey Hepburn Children’s Fund e l’Unicef con il Club ‘Amici di Audrey’.

    Audrey Hepburn ha trascorso più di trent’anni della sua vita nella nostra capitale e lo ricordano più i cittadini romani che i suoi fans, è proprio per questo che si è deciso di mettere in scena questa inedita mostra. Il figlio Luca in un’intervista afferma: ‘In occasione del 50° anniversario di Colazione da Tiffany abbiamo pensato, insieme all’Unicef, che sarebbe stato importante raccontare un altro volto di mia madre, Audrey Hepbur’ e segue dicendo ‘abbiamo voluto disegnare un ritratto di mia madre che cammina, come una donna normale, tra le piazze e le strade di Roma. Adorava passeggiare da sola e si faceva trattare come la persona che si incontra tutti i giorni’.

    L’attrice era stata sempre attenta a fare delle azioni benefiche per aiutare i bambini e nel suo piccolo aveva cercato di essere una mamma presente e affettuosa nonostante la sua notorietà. Proprio per questi gli incassi della mostra saranno devoluti a favore dell’Unicef.

    Ecco cosa ricorda Luca Dotti di sua madre: ‘Tra le cose che mi ha lasciato la passione per il debole che non si può difendere, l’amore per la natura e per i cani. Il suo impegno nasceva dal suo passato. La guerra le portò via tutto: quando tutto finì pesava 30 chili perché si nutriva anche di tulipani bolliti. Suo fratello era stato deportato e sua madre, con la quale lei si era nascosta in una cantina durante gli anni della guerra, da baronessa diventò fioraia. Lei arrivò quasi per caso ad Hollywood: voleva fare la ballerina. Per questo utilizzò il suo successo per gli altri. Aveva, e forse lo ha ancora, il record di copertine di giornali, circa 600. Era stata una star, una madre e poi decise di diventare ambasciatrice Unicef e di occuparsi dei bambini che morivano per la malnutrizione. Mi è rimasto la sua lezione: al momento giusto quello che si è ricevuto si ridà’. Grande lezione di vita!

    Audrey Hepburn ebbe due figli Sean Ferrer nato dal primo matrimonio e Luca Dotti, nato nel 1970 dalle seconde nozze, visse più di trent’anni a Roma.

    La mostra si svolgerà in coincidenza del Festival Internazionale del Film di Roma, presso il Museo dell’Ara Pacis, dal 26 Ottobre al 4 Dicembre.