Babbo Natale e genitori: istruzioni per l’uso

da , il

    Babbo Natale e genitori: istruzioni per l’uso

    Babbo Natale non esiste ma i bambini non lo sanno, anche se sospettano e la faccenda non li inganna al 100%, amano le storie e amano la fantasia, quindi non fanno fatica a credere che la notte di Natale il Babbo più buono al mondo vada a trovare tutti i bambini per portare i regali. Non fanno fatica e i genitori cercano di continuare il sogno almeno durante la prima infanzia, perchè smettere di credere a Babbo Natale e continuare ad essere bambini solitamente sono due aspetti della vita che non vanno di pari passo. Ma come fare per stuzzicare la fantasia del piccolo per fargli credere che Babbo Natale esiste e che i genitori sono solo due piccoli aiutanti?

    Stuzzicare la fantasia del bambino

    Sono certa che se Babbo Natale esistesse chiederebbe di preparargli il cammino, raccontando storie, leggendo libri e mostrando immagini, perchè la fantasia se preparata è capace di realizzare le più grandi avventure, e prolungare la magia del Natale aiuta il piccolo a sognare e gli adulti a passare più tempo assieme. Indispensabile incoraggiare i bimbi a scrivere la famosa lettera a Babbo Natale, indispensabile per iniziare la leggenda.

    Distrarre i bambini la Vigilia di Natale

    Provate a caricare le piccole pesti in macchina la Vigilia di Natale e a ipotizzare con loro quali delle luci in cielo possa essere la slitta di Babbo Natale, un gioco semplice e divertente capace di suscitare la grande attesa nella notte che verrà.

    Nutrire Babbo Natale

    Babbo Natale ha fame e sete, poverino, è bene preparare alcuni biscotti e assicurarsi che prima di andare a letto accanto all’albero siano stati riposti un bicchiere di latte e i biscotti appena sfornati. E le renne? Poverine anche loro faticano davvero tanto la notte di Natale, carote per tutte le renne. Compito del papà di casa: durante la notte bere tutto il latte e mangiare i biscotti, meglio far sparire anche le carote altrimenti potrebbero essere fonte di dispiacere. Attenzione, quest’ultimo passaggio esige il silenzio assoluto, pena la caduta della fantasia.

    Biglietto di Babbo Natale

    Se volete stupire i piccolini allora lasciate un biglietto di ringraziamento da parte di Babbo Natale, ma assicuratevi di cambiare grafia e di farlo in maniera favolosa, come solo Babbo Natale sa fare.

    Oggetti dimenticati

    Per far crescere l’eccitazione alle stelle lasciate in giro per casa alcuni oggetti, comprati in precedenza, come occhiali da lettura o un guanto rosso. Babbo Natale distratto!

    I regali

    Infine, e ovviamente, i regali sotto l’albero, vera prova del passaggio di Babbo Natale. Che fatica fare i genitori a Natale!