Bagnetto neonato: passi da seguire per evitare errori

da , il

    Il primo bagnetto al neonato è un momento che mette in ansia e agitazione diverse neo mamme alla prima esperienza (e ovviamente i papà al seguito). In realtà seguendo alcuni piccoli accorgimenti ci si rende subito conto che non c’è nulla di difficile, al contrario si tratta di un momento naturale di coccole e relax per il nostro bambino. Vediamo allora come fare il bagnetto ai figli neonati senza alcuna difficoltà.

    La prima cosa importante da tenere a mente è quella di non trasmettere ansia e nervosismo al bambino: un’esperienza traumatica per il bagnetto lo porterà ad accostare una brutta sensazione a questo momento a lungo e non vi libererete più di pianti e urla disperate. Ecco dunque cosa preparare per fare il bagnetto al vostro bambino: la bacinella, delle dimensioni adatte alla grandezza del neonato, riempita d’acqua a 36-37 gradi. Misurate la temperatura con il termometro per evitare che sia troppo fredda o bollente: la pelle del neonato è molto sensibile a questi sbalzi termici. Preparate inoltre il fasciatoio e l’occorrente per il cambio possibilmente vicino, per evitare di correre avanti e indietro per tutta la casa. Immergete inoltre nella bacinella qualche pupazzo galleggiante, per trasformare l’esperienza in un gioco coinvolgente. Usate solo saponi delicati e poco shampoo. Dopo qualche minuto risciacquate il corpicino e avvolgete il bambino con un accappatoio con cappuccio, tamponando residui d’acqua per evitare che senta freddo. Chiudo parlandovi di Tummy Tub, una vasca speciale per fare il bagnetto ai bambini. Molte mamme lo considerano uno strumento indispensabile altre invece lo ritengono una fregatura di marketing. A prima vista non ha nulla di speciale: la forma della vaschetta però costringe il neonato ad una posizione fetale. L’idea è quella di ricreare ‘ambiente dell’utero materno. Di seguito trovate il video che vi mostra come funziona: