Bambini prematuri: rischiano di diventare iperattivi?

Bambini prematuri: rischiano di diventare iperattivi?
    Bambini prematuri: rischiano di diventare iperattivi?

    Torniamo a parlare di parto prematuro e di neonati che vengono al mondo prima del termine. La scienza non smette di approfondire questo tema, sperando di limitare per questi piccoli essere viventi che sfidano i protocolli medici e la natura, le conseguenze negative. Purtroppo ci troviamo spesso a constatare come le difficoltà per i neonati prematuri siano diverse, non solo durante l’infanzia ma anche nelle successive fasi dello sviluppo. Le ultime notizie in merito arrivano dalla Svezia dove un team di studiosi ha scoperto che i bambini prematuri hanno un rischio maggiore di soffrire di sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD).

    Dagli esperimenti condotti è emerso che tale alta possibilità riguarda anche i bambini che nascono appena tre settimane prima del termine naturale del parto. La ricerca conferma altri studi condotti qualche anno fa in Danimarca, presso l’Aarhus University Hospital. Le analisi avevano coinvolto 834 bambini nati tra il 1990 ed il 1994, ai quali era stata diagnosticata ADHD, e 20000 bambini che non soffrivano di questo disturbo. I dati dimostravano che i bambini nati tra la 34.a e la 36.a settimana di gravidanza avevano addirittura il 70% di rischio in più di diventare iperattivi.

    Ora questa nuova ricerca include nei soggetti a rischio anche i neonati che arrivano fino alla terzultima settimana. Il rischio diminuisce, ma non scompare del tutto, per bambini nati nel termine ma sottopeso. E’ importante che la ricerca, sia sui neonati prematuri che sui bambini iperattivi, continui a cercare risposte trattandosi di due realtà che molto ancora hanno di poco chiaro.

    319