Battesimo cattolico o laico: è possibile scegliere?

da , il

    Battesimo cattolico o laico: è possibile scegliere?

    Molti genitori in Italia battezzano i loro bambini: molti lo fanno per fede religiosa, altri solo per convenzione. Ma esiste un’alternativa per i genitori laici che vogliono festeggiare la nascita di un figlio? In realtà in Italia no: questo stupisce perché esistono il matrimonio civile e il funerale laico ma manca una cerimonia non religiosa ufficiale che sostituisca il battesimo. Ovviamente questa dovrebbe essere concepita con significato diverso da quello del rito religioso ma del resto questo è vero anche nel matrimonio e nel funerale: allora dov’è la differenza?

    L’unica alternativa che hanno i neo genitori laici in Italia è quella di organizzare una festa di benvenuto privata, senza alcun valore legale o ufficiale. A dimostrare che non si tratta di un’idea tanto assurda basta guardare ad altri Stati: in Europa sono diversi i Paesi che riconoscono la possibilità del battesimo laico. In Francia addirittura fu istituito fin dai tempi della Rivoluzione per celebrare l’ingresso dei neonati nella Repubblica: oggi il battesimo laico francese non ha valore legale, come del resto neppure quello religioso, e non è un obbligo per i sindaci, che possono scegliere se celebrarlo oppure no. Nel Regno Unito esistono invece le naming ceremonies: nella maggior parte dei casi sono organizzate da associazioni umaniste. In Spagna il battesimo laico è una novità abbastanza recente istituita da Zapatero. Nella Svizzera tedesca esiste addirittura un consulente di rituali che si dedica all’organizzazione di cerimonie laiche. In Italia invece, e anche nella Svizzera italiana, l’argomento non è molto dibattuto e la strada da fare è ancora molto lunga.