Biberon al bisfenolo A vietato in Europa

da , il

    Biberon al bisfenolo A vietato in Europa

    La scelta del biberon non è una decisione da sottovalutare: in particolare si deve sempre guardare a materiali atossici per tutelare la salute del bambino. Proprio da questa prospettiva viene da tempo messa in dubbio l’appropriatezza dei biberon realizzati con il bisfenolo A, un materiale accusato di nuocere gravemente alla salute dei più piccoli. Da tempo vengono fatti studi e statistiche su questo materiale per valutare i potenziali danni a lungo termine sullo sviluppo infantile. A quanto pare le prime perplessità su questa molecola comparvero addirittura negli anni ’30: il pericolo maggiore veniva riscontrato nello sviluppo della sfera cerebrale e in campo sessuale.

    Infatti il bisfenolo venne considerato potenzialmente dannoso per la fertilità maschile. Ora sulla questione interviene l’Unione Europea che mette definitivamente al bando i biberon al bisfenolo A. I commercianti hanno tempo fino al mese di Marzo 2011 per far sparire dagli scaffali questi prodotti: se nelle prossime settimane trovate biberon a prezzi stracciati fate attenzione e controllate attentamente la composizione dei materiali. La decisione proviene dall’organo esecutivo dell’Unione Europea a seguito del parere sfavorevole di alcuni esperti del Comitato per la catena alimentare e la salute animale. Tutti i 27 Stati hanno approvato il decreto: Francia e Danimarca avevano già deciso autonomamente prima del decreto di vietare la produzione e la vendita di biberon al bisfenolo A. Misure proibizionistiche sono state applicate da tempo anche in Nord America e Australia. Come mai in Europa si è atteso tanto? Ad ogni modo più delle polemiche ora serve sapere che dalla prossima primavera questi biberon spariranno dal commercio.