Bonus Mamma Domani: cos’è, come si richiede e a chi si rivolge

Bonus Mamma Domani: cos’è, come si richiede e a chi si rivolge
da in Mamma
Ultimo aggiornamento:
    Bonus Mamma Domani: cos’è, come si richiede e a chi si rivolge

    Siete in dolce attesa e vi state chiedendo cos’è il Bonus Mamma Domani che il governo ha messo in campo nel 2017? Ne avete sentito parlare e siete curiose di scoprire a chi spetta e come richiederlo? Facciamo il punto della situazione per chiarire di cosa si tratta e come funziona. Prima di tutto evitiamo di confonderlo con il già conosciuto bonus bebè, che potrà essere richiesto nel 2017 da chi ha i requisiti necessari, fino al compimento dei tre anni del bambino e potrà essere erogato anche a chi richiede il Bonus Mamma Domani che, diversamente, si propone di aiutare le donne incinte.

    Il bonus Mamma Domani è un’agevolazione da parte del Governo inserita nella Legge di Stabilità 2017. L’obiettivo è quello di agevolare le donne in gravidanza ed aiutarle a sostenere le spese per esami medici, diagnostica e le spese necessarie per i primi acquisti per il bambino. In caso di adozione, allo stesso modo, sarà utile per affrontare le spese necessarie per il bimbo in arrivo. Si tratta di un bonus da 800 euro, erogato tramite assegno in un’unica soluzione.

    Al momento sappiamo che il Bonus Mamma Domani è rivolto alle donne dal settimo mese di gravidanza in poi o alle donne che stanno per adottare un bambino. Oltre al requisito di aver raggiunto il settimo mese di gravidanza, o aver concluso l’iter di azione, per richiedere il bonus è necessario anche che l’ISEE sia inferiore a 25 mila euro.

    Per avere maggiori dettagli sui requisiti è necessario, in ogni caso, attendere il decreto attuativo.

    Dal settimo mese di gravidanza in poi, le future mamme potranno richiedere il bonus all’INPS, probabilmente tramite domanda in via telematica, iscrivendosi al portale e richiedendo il PIN oppure rivolgendosi al CAF più vicino.

    E’ importante non confondere il Bonus Mamma Domani con il bonus bebè o bonus natalità INPS, che prevede un assegno di 80 euro al mese per ogni figlio nato o adottato da famiglie con ISEE inferiore a 25 mila euro e 160 euro al mese a chi ha un ISEE al di sotto dei 7 mila euro, fino al compimento del terzo anno di età del bambino. In questo caso si tratta di un bonus da richiedere dopo la nascita. Il nuovo bonus Mamma Domani viene richiesto prima della nascita e rappresenta un sostegno per le future mamme soprattutto per affrontare le spese che precedono la nascita del figlio.

    498

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mamma
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI