Box bimbi: come farlo accettare ai nostri figli

da , il

    Box bimbi: come farlo accettare ai nostri figli

    Il box: le mamme lo trovano molto utile ma solitamente i bambini non amano giocarci dentro e lo vivono come una gabbia. Perché? E’ proprio questo che dobbiamo cercare di capire per trasformarlo agli occhi di nostro figlio come uno spazio per il gioco e non di un limite alla libertà di movimento. E’ vero infatti che i bambini hanno bisogno di spazi da esplorare liberamente ma è altrettanto innegabile che durante le faccende domestiche può essere utile riposarsi e lasciare il bebè in un luogo protetto come il box.

    Come trovare il giusto compromesso senza dover fare i conti con i propri sensi di colpa? Il primo consiglio è quello di non utilizzare il box con i neonati: in media il box è adatto a partire dai sei mesi. Prima dei sei mesi infatti i neonati non sanno stare seduti e muoversi in autonomia. E’ vostro compito aiutare i più piccoli a prendere confidenza con il box: le prime volte non andate in un’altra stanza lasciandolo solo ma giocate vicino a lui. Poi gradualmente iniziate ad allontanarvi per qualche minuto ma sempre parlandogli a distanza dalle altre stanze. Se possibile inoltre evitate di metterlo nel box quando è nervoso, ad esempio appena si sveglia. Altra regola fondamentale è quella di non usare mai il box come luogo di punizione altrimenti è inevitabile che lui lo associ ad una situazione negativa. Al contrario riempitelo di giochi per renderlo un luogo stimolante e divertente. Ricordate infine che il box è una comodità se siete particolarmente indaffarate ma non deve diventare l’unico spazio concesso al bambino per il gioco. Ogni tanto stendete semplicemente una coperta sul pavimento e lasciatelo giocare libero ma soprattutto ricordate che per il bambino è importante giocare all’aria aperta e sfogarsi correndo nei parchi o in giardino.