Bruciore di stomaco in gravidanza: come prevenire il fastidio

da , il

    Bruciore di stomaco in gravidanza: come prevenire il fastidio

    Il bruciore allo stomaco in gravidanza è un disturbo diffuso tra le donne in attesa soprattutto intorno al terzo mese di gravidanza. Si tratta di un fenomeno normale dovuto ai cambiamenti connessi alla gravidanza e che non deve destare particolari perplessità. Solitamente, per contrastare il fastidio, occorre seguire una alimentazione corretta e quindi non sono sempre necessari i farmaci. Questi ultimi vanno assunti con cautela e solo su indicazione del medico. Oltre all’alimentazione che è la prima vera ‘cura’ al bruciore di stomaco in gravidanza, e di cui si è già parlato, può essere utile adottare alcuni particolari accorgimenti che riescono a prevenire ed alleviare il disturbo.

    Anzitutto, sarebbe utile evitare di sdraiarsi o coricarsi subito dopo i pasti; molo meglio aspettare almeno un paio d’ore per facilitare la digestione. Anche eventuali esercizi fisici vanno rimandati ad almeno due ore dopo i pasti; l’ideale sarebbe fare una passeggiata per favorire la digestione. Per evitare pressioni sull’addome sarebbe poi consigliabile evitare di indossare abiti troppo stretti. No anche a fumo e alcol. Questi due ‘vizi’ non solo hanno molte altre controindicazioni per mamma e bebè in gravidanza, ma contribuiscono anche ad accentuare o far comparire questo ulteriore disturbo.

    Essi vanno quindi aboliti senza riserve. Anche lo stress può favorire l’insorgenza e l’intensità dei bruciori allo stomaco; per questo motivo le mamme in questi casi farebbero meglio a concedersi qualche momento di relax in più. Per alleviare il bruciore possiamo anche utilizzare qualche rimedio d’urto naturale. Ad esempio si può assumere un cucchiaio di senape a fine pasto o masticare lentamente una patata lessa o una carota cruda fino ad avvertire il sapore dolciastro.