Cadere in gravidanza può danneggiare il feto?

da , il

    Cadere in gravidanza può danneggiare il feto?

    Tutte le mamme incinta si muovono con molta cautela: che si tratti di una pancina appena accennata o di un pancione evidente e prossimo al parto lo scopo è sempre quello di proteggere l’addome da colpi o urti forti per paura che possano danneggiare il feto. In effetti l’istinto di protezione verso il bambino si sviluppa già prima che il piccolo venga alla luce. Quale mamma non si è spaventata in gravidanza per un urto accidentale o una botta anche di lieve entità? Certo stare attente ed evitare movimenti azzardati è d’obbligo ma non bisogna neppure allarmarsi troppo facilmente.

    Nel pancione infatti il feto è protetto dal liquido amniotico che tra varie funzioni ha anche quella di attenuare i colpi. La stessa cosa fa per rumori troppo forti. Certo il bambino percepirà l’urto ma lo farà in maniera molto soft. E’ chiaro che colpi ripetuti possono invece stimolare l’utero a contrarsi ma se parliamo di una lieve caduta accidentale non dovrebbero esserci rischi. E’ comunque in ogni caso opportuno prestare attenzione nelle ore immediatamente successive allo scossone a movimenti fetali inusuali, contrazioni della pancia o perdite vaginali. Se si verifica uno di questi casi consultate il ginecologo o l’ostetrica. Dopo un colpo accidentale al pancione è probabile che per almeno una decina di minuti il bebè reagisca restando fermo: è una reazione istintiva e naturale quindi aspettate prima di pensare al peggio. Respirate a fondo e cercate di non agitarvi più del dovuto: ricordatevi che il vostro stress passa al nascituro.