Calazio nei bambini: cura e rimedi naturali

da , il

    Calazio nei bambini: cura e rimedi naturali

    Qual è la cura per il calazio nei bambini? I rimedi naturali, in questi casi, sono diversi. Il calazio è un’infiammazione che colpisce la parete interna della palpebra, più spesso quella inferiore. Si tratta di un piccolo nodulo infiammato che cresce lentamente e può dare alcuni piccoli fastidi. Il calazio, però, non provoca dolore, quindi spesso è anche difficile da individuare e di conseguenza, da curare. Ad ogni modo, sarebbe bene intervenire tempestivamente, per scongiurare un eventuale intervento chirurgico risolutivo. Ma, quali sono gli altri sintomi nei bambini?

    Sintomi

    Il calazio ha l’aspetto di una piccola rilevanza le cui dimensioni possono variare da un millimetro a poco più. Di solito è di forma tondeggiante. In genere compare nella parte inferiore o superiore dell’occhio e può accompagnarsi a scarsa lacrimazione e rossore. In altri casi, invece, si accompagna a congiuntivite e, per questo, la causa è un’intensa lacrimazione. Anche le cause che possono determinarlo, comunque, sono diverse.

    Cause

    Il calazio è dovuto per lo più ad un ostruzione del dotto lacrimale, che di conseguenza si infiamma. Un fattore scatenante è sicuramente la poca igiene oculare. Nei bambini può essere dovuto anche all’abitudine di portare le mani sporche agli occhi e all’abitudine di sfregarsi spesso le palpebre. Per questo sarebbe bene che ai bambini si lavassero spesso le mani, specie quando si rientra a casa. Anche nei neonati è sempre opportuno lavare con garzine sterili gli occhi anche perché le loro difese immunitarie non sono ancora del tutto sviluppate e quindi sono più esposti ad attacchi esterni di batteri e microbi.

    Cura e rimedi naturali

    Nel caso in cui si manifestino i sintomi del calazio nei bambini si consiglia di rivolgersi subito al pediatra. Comunque, non bisogna preoccuparsi eccessivamente perchè nei bambini il calazio è piuttosto frequente e si riassorbe spontaneamente, ma lentamente (nel giro di 2-3 mesi anche). E’ chiaro, però, che deve essere il pediatra a valutare la situazione e a prescrivere eventuali farmaci. Anche per i rimedi naturali, trattandosi di bambini, è meglio chiedere al medico. Per i bambini più grandi si possono applicare delle garze sterili imbevute in mezzo litro di acqua bollente dove si fanno sciogliere due cucchiaini di sale (far intiepidire prima il tutto). In alternativa si può aggiungere a questa soluzione anche della camomilla o della malva, che vanno a lenire il rossore ed hanno una notevole azione decongestionante. Bisogna invece evitare, in ogni caso, di spremere il calazio perchè, così facendo, si può aggravare il processo infiammatorio e si va a favorire la comparsa di infezioni agli occhi.