Casa Pediatrica Fatebenefratelli, arte come terapia

da , il

    Casa Pediatrica Fatebenefratelli, arte come terapia

    La Casa Pediatrica, il nuovo reparto pediatrico del Fatebenefratelli, ha riaperto i battenti all’insegna del colore, della tecnologia, del design e, soprattutto, dell’arte come terapia. Grazie alla collaborazione di un nutrito gruppo di artisti, ogni stanza può vantare un allestimento speciale, una vera opera d’arte a tutta parete, capace di colorare anche la vita da piccoli degenti in ospedale.

    Il progetto, con il patrocinio del Comune di Milano e di Expo 2015, ha visto l’entusiasta ma soprattutto attiva partecipazione di ben 21 artisti e designer italiani. Da Alessandro Guerriero a Elio Fiorucci, da Gianni Veneziano a Maurizio Zorat. 21 artisti che hanno dato nuovo colore, anima e sentimento alle 24 camere della nuova Casa Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera milanese che ha riaperto il 20 ottobre dopo un anno e mezzo di lavori di ristrutturazione. Una sorta di galleria d’arte, di museo permanente per accompagnare nel modo migliore i piccoli pazienti verso la guarigione, durante degenze e terapie.

    Tanto di bello, anzi bellissimo, è stato fatto, ma tanto è ancora da fare. Infatti, 14 delle 24 camere della Casa Pediatrica, dopo essere state dipinte e decorate ad hoc, aspettano ancora di essere arredate. Aspettano che la generosità di tutti faccia il resto. In particolare, mancano ancora all’appello per completare l’opera: 10 culle ospedaliere; 12 lettini; 14 armadi; 20 seggioline; 10 tavolini; 12 divani letto. Per sostenere questo progetto si possono scegliere diverse donazioni e modi per contribuire. Un esempio perfetto viste le feste imminenti, perché non scegliere un regalo simbolico e solidale invece dei classici pacchetti da mettere sotto l’albero?

    Basta inviare le vostre donazioni a Associazione Onlus liberaMente, IBAN IT44 H056 9601 6000 0000 8468 X62 – via S. Maria Fulcorina,1 20123 Milano – c/c bancario 23 08468/62, Banca Popolare di Sondrio, con la causale “CASA PEDIATRICA A.O. Fatebenefratelli ed Oftalmico Milano”.