Cicatrice del taglio cesareo, quando guarisce

da , il

    Cicatrice del taglio cesareo, quando guarisce

    La cicatrice del taglio cesareo è una delle conseguenze del parto. Nel periodo post parto, infatti, specie se avvenuto col taglio cesareo, l’organismo della donna deve riprendere la normalità e ritornare nella condizione precedente alla gravidanza. Questo momento è particolarmente delicato e una serie di piccoli fastidi possono caratterizzarlo: dai morsi uterini, alle lochiazioni e appunto la cicatrice del taglio cesareo. Il taglio cesareo è comunque un’operazione chirurgica, quindi è normale che la ripresa post parto sia più lenta rispetto al parto naturale.

    Ad esempio, con la cicatrice del taglio cesareo, diventa più difficile anche andare in bagno. La cicatrice del taglio cesareo provoca delle difficoltà anche nei movimenti e anche in quelli più semplici. Ad esempio, con la cicatrice del cesareo, diventa difficile alzarsi dal letto, ma anche ridere o tossire. E’ consigliato quindi, almeno nei primi giorni, evitare di fare sforzi eccessivi, proprio per favorire la cicatrizzazione della ferita del cesareo. In ogni caso, generalmente, la cicatrice del taglio cesareo, tende a guarire nel giro di una settimana. In questo periodo il ginecologo consiglia di praticare sulla ferita una medicazione con una garza sterile imbevuta con acqua ossigenata. Comunque, per favorire la cicatrizzazione della ferita, è sempre consigliato cercare di evitare gli sforzi fisici. Dopo il taglio cesareo, infatti, occorre comunque un po’ di tempo prima di riprendere la normalità e affinché il dolore scompaia del tutto.