Citomegalovirus in gravidanza: i rischi per il feto

da , il

    Citomegalovirus in gravidanza: i rischi per il feto

    Contrarre il citomegalovirus in gravidanza può tradursi in rischi anche seri per il feto. Il citomegalovirus appartiene alla famiglia degli Herpes virus, come il virus che provoca la varicella e l’Herpes simplex sulle labbra. Il citomegalovirus in realtà è pericoloso solo in gravidanza; infatti se l’infezione si trasmette al feto attraverso la placenta può causare effetti anche molto gravi su quest’ultimo. Va comunque sottolineato che i rischi connessi al citomegalovirus in gravidanza sono solo a carico delle donne (e di conseguenza sul feto) che contraggono per la prima volta l’infezione.

    Se infatti il citomegalovirus è stato già contratto in passato e si ripresenta dopo essere stato “latente” per un pò di tempo non ci sono rischi di trasmissione al feto e quindi di eventuali danni a carico di quest’ultimo. Per scongiurare i rischi connessi alla contrazione del citomegalovirus in gravidanza, prima di rimanere incinta e comunque a gravidanza appena avviata, è molto importante che la futura mamma si sottoponga a un esame del sangue che consenta di rilevare la presenza degli anticorpi al citomegalovirus.