Coliche neonati: cosa fare per aiutare il piccolo?

da , il

    Coliche neonati: cosa fare per aiutare il piccolo?

    Le coliche sono fastidiosi mal di pancia che colpiscono il bambino tra la terza e la dodicesima settimana di vita. Si manifestano con acute crisi di pianto e sono caratterizzate dalla presenza di aria a livello gastro-intestinale. Per questo motivo vengono comunemente definite ‘gassose’. Si può trattare di una fase critica per i genitori dal momento che il bambino manifesta il dolore col pianto frequente e acuto. Tuttavia, anche in questi casi, è bene non perdere la calma e considerare che si tratta di una fase passeggera che generalmente ha fine intorno al terzo mese di vita del bebè. Per risolvere al meglio il problema è fondamentale adottare alcuni accorgimenti per dare sollievo al neonato.

    In primis è fondamentale, durante la crisi di pianto, prendere in braccio il bambino per fargli sentire la nostra presenza; forse il pianto non si calmerà ma almeno servirà a non farlo sentire troppo ‘abbandonato’ al suo problema. Per calmarlo può essere anche utile ricreare un ambiente di contenimento che riproduca l’utero materno. Ad esempio si può utilizzare il marsupio oppure creare una sorta di nido con un lenzuolo in culla. Allo stesso scopo si può cullare il neonato, offrirgli il seno o il ciuccio, tenerlo a pancia in giù.

    In caso di allattamento al seno, poi, la mamma può cercare di sospendere per un po’ i latticini per verificare se ci sia un miglioramento. Se invece si utilizza il latte formulato, sotto indicazione del pediatra, si può sostituirlo con qualcuno a base di soia o riso. Per quanto riguarda i farmaci per le coliche dei neonati, essi esistono, ma non sempre sono efficaci del tutto e comunque devono essere assunti sempre su consiglio del pediatra. Diversamente, si può ricorrere alle tisane a base di finocchio, ma sempre su consiglio del pediatra. Molto utile anche il massaggio per alleviare e prevenire le coliche.