Coliche neonati: i segreti per calmarle

da , il

    Coliche neonati: i segreti per calmarle

    Vostro figlio neonato piange di continuo? I bambini usano le lacrime per comunicarci i loro bisogni e i loro disagi: non potendo parlare con urla e pianti che a noi sembrano incomprensibili ci avvertono quando hanno fame, quando vogliono dormire e quando hanno dei piccoli fastidi fisici. In molti casi si tratta di coliche gassose: si tratta infatti di disturbi più comuni di quanto si possa pensare che colpiscono in media un neonato su tre.

    Solitamente le coliche si manifestano a partire dalle prime due, tre settimane di vita e tendono poi a risolversi entro il compimento del terzo mese. Secondo un recente studio condotto presso l’Università di Torino, e pubblicato sulla rivista di settore ‘Pediactrics’, per risolvere il problema, o almeno attenuarne l’intensità e la frequenza, basterebbe somministrare al bambino piccole quantità di un probiotico, il Lactobacillus reuteri, un batterio buono che serve a riequilibrare la flora intestinale. Il nome probiotico deriva dal greco (‘a favore della vita’) e si riferisce proprio alla funzione di queste sostanze che, una volta ingerite, superano le barriere dei succhi gastrici e biliari e arrivano attivi nell’intestino, dove si riproducono, creando così una flora protettiva che aggredisce eventuali microorganismi patogeni. La ricerca si basa sull’assunto che a causare le coliche siano le scarse difese immunitarie del neonato. Esistono anche dei prodotti che aiutano i bambini ad evitare le coliche e le mamme e i papà a dormire più tranquilli! Le coliche si originano infatti intuitivamente durante la pappa: Avent ha studiato dei biberon ideati appositamente per ridurre il rischio di coliche. Una valvola controlla infatti il flusso del latte simulando l’allattamento al seno ma impedendo l’ingerimento di aria.