Come allattare nel migliore dei modi

da , il

    Allattare è una delle azioni più naturali del mondo ma questo non significa che le neo mamme non possano commettere qualche errore, che potrebbe condizionare l’appetenza del bambino o creare fastidiosi disturbi durante o dopo le poppate, come ad esempio le ragadi, ovvero piccole lacerazioni del capezzolo. Ci sono sicuramente dei piccoli accorgimenti da seguire per allattare nel migliore dei modi e vivere questa esperienza magica senza dolore.

    Innanzitutto è fondamentale, per la comodità della mamma e del bambino, assumere la giusta posizione: oltre alla classica ‘culla’, in cui seduta sorregge con l’avambraccio la testa del bambino, esistono infatti come pratiche alternative l’ ‘avambraccio alternato’, ideale per sostenere in maniera più sicura i bambini prematuri e la cosiddetta ‘posizione rugby’. Non vi lasciate impressionare dal nome di quest’ultima, non è niente di violento: consiste semplicemente nell’adagiare il bambino sotto l’ascella, proprio come fanno i giocatori di rugby con la palla. Sarà il bambino stesso, dimostrando maggiore appetito e serenità, a suggerirvi in quale posizione si trova più a suo agio. In questo simpatico video troverete un tutorial delle posizioni più consigliate per l’allattamento:

    Prima di iniziare ad allattare, qualunque sia la posizione assunta, è sempre buona regola lavarsi accuratamente le mani. Altra precauzione importante è quella di stare attente all’alimentazione: evitiamo di assumere cibi che possano rendere il sapore del latte sgradevole al piccolo. E’ importante assumere molti liquidi: bere tanta acqua e succhi di frutta ed evitare invece bibite gassate, alcolici o bevande eccitanti. E’ consigliabile evitare anche verdure o legumi che possono gonfiare la pancia. No al pesce crudo: meglio un buon brodo di gallina.