Come capire se il parto è vicino: i tre segnali da non sottovalutare

da , il

    Come capire se il parto è vicino: i tre segnali da non sottovalutare

    Capire se il parto è vicino o imminente non è sempre facile. Per evitare quindi lunghe e continue peregrinazioni inutili all’ospedale si può fornire qualche consiglio alle gestanti che consenta loro di capire quando il parto è effettivamente imminente. Tre sono essenzialmente i sintomi da cui capire che il parto è vicino cioè imminente. Ovviamente, il primo sintomo di un parto imminente, sono le contrazioni. Non sempre comunque è facile distinguere quelle “vere”, cioè quelle che effettivamente preparano al parto, da quelle precedenti. Le contrazioni si manifestano con una sensazione di irrigidimento, tensione e dolore all’addome.

    Il dolore delle contrazioni può riguardare anche la schiena e la zona di reni. All’inizio le contrazioni sono irregolari e durano circa cinque minuti, poi tendono a susseguirsi con più regolarità, facendosi più dolorose e prolungate. Oltre alle contrazioni, un altro fattore permette alla gestante di capire se il parto è vicino. Si tratta della rottura del sacco amniotico, provocando la più conosciuta perdita delle acque. Il sacco amniotico che avvolge il feto, infatti, sotto la spinta delle contrazioni, può rompersi, in altri casi invece la rottura del sacco amniotico è precedente alle stesse contrazioni. In ogni caso, le perdite di liquido amniotico, anche se lievi, vanno sempre segnalate al ginecologo per non compromettere la salute del feto. Infine, per capire se il parto è vicino, un’altra delle possibili manifestazioni è la comparsa di muco sanguigno. Si tratta di una perdita di sangue vischioso simile al sangue mestruale, ma più denso. Al manifestarsi di questa perdita generalmente il parto avviene dopo 24 o 48 ore.