Come combattere la ritenzione idrica in gravidanza

da , il

    Come combattere la ritenzione idrica in gravidanza

    Uno dei problemi estetici più comuni delle donne, soprattutto quando si aspetta un bambino, è l’accumulo di liquidi (con conseguente sensazione di pesantezza e rigonfiamento cutaneo locale): ma come combattere la ritenzione idrica in gravidanza? Esiste un metodo veramente efficace?

    Questo problema, già fastidioso comunemente, in gravidanza lo diviene ancor di più per via degli squilibri ormonali e dei cambiamenti fisici a cui il corpo della futura mamma è soggetto. Spesso se si tende a soffrire di ritenzione idrica il problema in gravidanza aumenta. Oltretutto visto che in gravidanza sono sconsigliati farmaci si riducono anche le armi di intervento.

    La prima cosa da fare è bere molta acqua per liberare i tessuti dai liquidi in eccesso.

    In secondo luogo bisogna affidarsi alle creme proprio perché, essendo di uso esterno, non hanno controindicazioni per le donne incinta. Una crema a base di centella asiatica favorisce il flusso circolatorio. Aldilà della marca di crema idratante scelta è importante applicarla massaggiando bene la pelle con energia insistendo sulle zone in cui la ritenzione idrica è più evidente. Anche la doccia fredda aiuta ad attivare la circolazione.

    E ovviamente non va trascurato il movimento, l’arma fondamentale per combattere la ritenzione idrica. Ci sono molti sport indicati in gravidanza, dalla palestra alla piscina.