Come insegnare ai bambini a vestirsi da soli

da , il

    Come insegnare ai bambini a vestirsi da soli

    Come insegnare ai bambini a vestirsi da soli? I genitori hanno il compito di guidare i più piccoli nella crescita, ma anche quello di promuovere la loro autonomia. Sbagliano, quindi, tutte quelle mamme e quei papà che cercano di fare tutto al posto del bambino. In relazione all’età, quindi, insegnate ai piccoli a dormire da soli, a mangiare, a lavarsi i denti e fare tutte quelle altre piccole azioni quotidiane che stimolano la loro crescita. Così facendo, come genitori, sarete anche più liberi di dedicarvi alle vostre attività e alla relazione di coppia.

    Prove di autonomia

    Molti bambini manifestano sin da subito il desiderio di rendersi autonomi, anche nello svolgimento delle attività quotidiane più semplici, come la vestizione. I genitori dovrebbero promuovere questo atteggiamento di autonomia del bambino, senza cercare di sostituirsi a lui completamente. Se il nostro bimbo vuole vestirsi da solo, quindi, cogliamo al volo l’occasione! E’ chiaro che i primi tentativi andranno seguiti passo passo dalla mamma, che dovrà accompagnare il piccolo nella scelta dei vestiti da indossare e nella vestizione vera e propria.

    Iniziare al momento giusto

    Quando iniziare a favorire questa forma di autonomia del bambino? In realtà, anche un bambino di un anno inizia a fare i primi tentativi di infilarsi un calzino o il cappellino, ma a livello psico-motorio si diventa in grado di vestirsi da soli intorno ai 3 anni, 3 anni e mezzo. Evitate, dunque, di proporre voi al bambino di vestirsi da solo prima di questo momento; diversamente il piccolo potrebbe scoraggiarsi e rifiutare più in là di fare da sé.

    Togliersi i vestiti

    Raggiunta l’età giusta per il piccolo si può cominciare anche a proporgli di svestirsi da solo. Per i più piccoli, infatti, questa operazione è molto più semplice del vestirsi in autonomia. Inoltre non ci saranno, in questo caso, dissensi da parte del bimbo su cosa indossare e cosa no. Spesso, invece, al momento della vestizione, i bambini manifestano la voglia di mettere un capo piuttosto che un altro.

    Vestirsi da solo

    Dopo la fase dedicata alla svestizione si può procedere con quella successiva. Per spiegare al bimbo come si indossano gli abiti, si può invitarlo a fare pratica con t-shirt e pantaloni di bambole e peluches. Successivamente si può passare alla fase in cui il bambino tenta di vestirsi da solo. Ovviamente, all’inizio, cercate di proporgli capi semplici, come il cappotto e la t-shirt. In questa fase, poi, può essere utile acquistare capi molto pratici da indossare, come gonne e pantaloni con l’elastico e scarpe con la chiusura a strappo. Ovviamente, insegniamo al bambino che è più facile indossare alcuni tipi di capi (come pantaloni o calzini) stando seduti, anche sul letto o un piccolo sgabello.

    Non abbiate fretta

    Anche la fase in cui il bambino impara a vestirsi da solo è molto delicata e va seguita con tanta pazienza. Se al mattino non abbiamo molto tempo a disposizione perchè il bimbo deve andare a scuola, cerchiamo di insegnarli quando abbiamo più tempo, anche di pomeriggio. Quando il bimbo fa bene, poi, va sempre lodato e premiato, ad esempio dicendogli che se farà bene potrà scegliere da solo cosa indossare. Meglio evitare, però, di promettere giochi e dolciumi. Infine, per spronare i piccoli a vestirsi da soli, andrebbero assecondati in parte anche i suoi gusti quando si va in giro a fare shopping per lui!

    Scopri anche come insegnare ai bambini a mettere in ordine e come fare la pipì nel vasino.