Come nascono i bambini? 10 cose che forse non sai sugli spermatozoi

da , il

    Come nascono i bambini? 10 cose che forse non sai sugli spermatozoi

    Tutte noi sappiamo come ci si riproduce e come nascono i bambini. Tuttavia ci sono tante cose che forse non sapete sugli spermatozoi: fatti sorprendenti che possono aiutarci a capire meglio quanto sia difficile restare incinta e di conseguenza ad accettare meglio i fallimenti dei primi tentativi. Quante volte bisogna fare l’amore per restare incinta? Le donne tendono a sottovalutare questo numero dando per scontato che sia facile, soprattutto se si è giovani, avere un bambino.

    Dopo i primi tentativi falliti si pensa subito al peggio e in molti casi ci si colpevolizza. Ma quale lavoro c’è ‘dietro le quinte’? Scopriamolo insieme: ricordate il cartone animato ‘Viaggio nel corpo umano’ che da piccole ci presentava globuli e organi umani? Oggi faremo la diretta conoscenza degli spermatozoi!

    1. La fertilità viaggia alla velocità della luce?

    Gli spermatozoi viaggiano fino a 4 mm per minuto ma alcuni arrivano ad essere lenti addirittura 1 mm per minuto. Il dato va analizzato in prospettiva: data la grandezza degli spermatozoi un mm non è una distanza irrisoria. Il viaggio fino alle tube di Fallopio è lungo circa 175 mm il che significa che richiede un minimo di 45 minuti fino ad un massimo di 3 giorni.

    2. 25% di possibilità di centrare il bersaglio

    Anche una coppia senza problemi di fertilità e che fa sesso con una frequenza normale senza uso di contraccettivi ha una possibilità su 4 di centrare il bersaglio. La riproduzione umana non è un gicoo da ragazzi come si pensa.

    3. Gli spermatozoi non hanno senso dell’orientamento

    Proprio come gli uomini gli spermatozoi non hanno senso dell’orientamento per questo impiegano tanto tempo per raggiungere l’ovulo. In realtà l’ovulo rilascia segnali chimici che dovrebbero guidarli: ma avete mai visto qualcosa di maschile accettare indicazioni stradali da un essere femminile? Solo uno spermatozoo su cinque si muove nella giusta direzione dopo l’eiaculazione.

    4. L’orologio biologico

    Si parla spesso dell’orologio biologico delle donne: ma nessuno pensa a quello degli uomini? Anche per loro le lancette sono implacabili: la quantità e la qualità dello sperma inizia un declino inarrestabile dall’età di 25 anni.

    5. New York contro Los Angeles

    Può il luogo di residenza influenzare la qualità e la quantità di spermatozoi? Secondo una ricerca americana i maschi di Los Angeles possiedono il 50% di mezzi a disposizione in più di quelli di Los Angeles. Sarebbe interessante conoscere la statistica delle città italiane!

    6. Non ci sono riserve

    Gli spermatozoi si muovono solo in una direzione

    7. Le dimensioni contano

    Sapevate che gli spermatozoi umani sono tra i più piccoli in natura? Sono lunghi circa 40 microns: pensate che quelli dei ratti arrivano a 170.

    8. E’ ora di maturare

    Ogni singolo spermatozoo impiega circa 2 mesi e mezzo per giungere a maturazione (proprio come gli uomini: ci mettono tanto a crescere!)

    9. Quanti ne escono?

    La maggior parte del liquido eiaculato non è composto da spermatozoi: questi ultimi rappresentano solo il 5%. Il resto è fatto di sostanze nutritive e protettive per proteggerli nel loro viaggio verso l’ovulo femminile.

    10. Sperm sano in corpore sano

    La fertilità dell’uomo dipende molto dal suo stato di salute. Mangiare frutta e verdura, condurre una vita sana, assumere vitamine, limitare l’uso di alcol e sigarette sono tutte abitudini che favoriscono la fertilità maschile. Non solo produrranno un numero maggiore di spermatozoi ma avranno più energia.