Come prevenire le ragadi al seno durante l’allattamento

da , il

    Come prevenire le ragadi al seno durante l’allattamento

    Alcuni accorgimenti permettono di prevenire le ragadi al seno durante l’allattamento. L’allattamento al seno è la scelta più indicata per il benessere del bambino. Il latte materno, infatti, è spesso più consigliato rispetto a quello artificiale. Le donne che scelgono l’allattamento al seno, però, dovrebbero prestare attenzione ed osservare alcuni piccoli accorgimenti se non vogliono incorrere in piccoli e grandi disturbi al seno. Tra questi, le ragadi, sono tra quelli più comuni in caso di allattamento al seno. La ragadi sono dei piccoli taglietti che si formano nella zona del capezzolo.

    Il formarsi delle ragadi però può essere prevenuto semplicemente. Per prevenire le ragadi al seno durante l’allattamento il consiglio più utile è quello di assicurarsi sempre che il bambino sia attaccato bene al seno durante le poppate; è importante che il neonato faccia aderire bene la bocca a tutta l’areola e non solo al capezzolo. Se le ragadi sono ormai comparse, invece, per evitare di peggiorare ulteriormente la situazione, si possono acquistare dei copricapezzoli di gomma, che troviamo in tutte le farmacie. In caso di ferite profonde, invece, si possono applicare delle creme emollienti e cicatrizzanti, anche queste in vendita in tutte le farmacie.

    Va sottolineato, comunque, che non è solo importante prevenire le ragadi al seno durante l’allattamento, ma anche curarle quando compaiono. Se trascurate, infatti, le ragadi al seno possono rappresentare i punti di ingresso per i batteri che provocano una comune infezione al seno, conosciuta come mastite. Prevenire le ragadi al seno durante l’allattamento significa quindi prevenire anche la mastite.