Come spiegare la Pasqua ai bambini?

da , il

    Come spiegare la Pasqua ai bambini?

    Domani si festeggia la Pasqua e si tratta di un evento che investe un po’ tutti, in un modo o nell’altro. Di sicuro sono coinvolti anche i bambini che vivono l’evento soprattutto in termini pratici dedicandosi alle uova, piuttosto che alle decorazioni pasquali. Ma come fare a spiegare la Pasqua come festa religiosa ai più piccoli? Parlare con i bambini non è sempre semplice e di sicuro spiegare concetti complicati come la Resurrezione può esserlo ancora di più. Un primo consiglio da dare ai genitori è quello di non farsi trovare impreparati sull’argomento. Diversamente, potremmo essere confusi e poco chiari. I bambini, invece, hanno bisogno di spiegazioni semplici e lineari.

    Ovviamente, finchè i bambini sono molto piccoli, si può evitare di spiegare concetti troppo complicati e legare maggiormente la Pasqua agli oggetti e gli eventi meno sacri, come lo scarto delle uova. Quando invece i bambini sono più grandi e magari anche a scuola cominciano ad apprendere qualche concetto più importante, si può spiegare con parole semplici la figura di Gesù. Potremmo iniziare a spiegare al bambino che Gesù è stato molto buono con gli altri perché sua mamma, Maria, la Madonna, gli ha insegnato le buone maniere e ad essere gentile e giusto con gli altri.

    Possiamo dirgli che quello è il modo giusto di comportarsi e che la Pasqua è una festa per festeggiare Gesù che è un esempio per tutti noi. Tuttavia si può anche dire al bambino che non tutti riescono ad essere sempre buoni come Gesù. Sarà questo anche un modo per permettere al bambino di distinguere tra il bene e il male. Quando sarà più grande si potrà passare invece a spiegare i concetti più complicati come quello della Resurrezione.