Contro l’aborto esiste l’alternativa del parto anonimo

Contro l’aborto esiste l’alternativa del parto anonimo
da in Aborto, Adozione, Mamma, Parto
    Contro l’aborto esiste l’alternativa del parto anonimo

    Restare incinta quando non ci si sente pronte, per diverse ragioni, a diventare mamma: che fare? In Italia sono ancora molte le donne che ignorano l’esistenza di un’alternativa all’aborto e all’abbandono dei neonati: il parto anonimo. Si tratta dell’opportunità di non riconoscere il proprio figlio alla nascita. Statisticamente purtroppo sono ancora molti i neonati abbandonati per strada, nei cassonetti o in altri luoghi ostili che a volte ne impediscono la sopravvivenza o ne pregiudicano la salute. In passato l’unica possibilità per le donne in questa situazione era quella di posizionare il piccolo nella ‘ruota degli esposti’, appositi spazi organizzati negli istituti religiosi.

    Il primo testo legislativo sul parto anonimo è stato scritto nel 1975: da questa data alle donne è stata data la possibilità di partorire in ospedale ricevendo l’assistenza e le cure necessarie per lei e per il feto nel più completo anonimato. Non è tenuta a dare nessun dato e, dopo il parto, è libera di lasciare l’ospedale senza alcun onere. E al bambino cosa succede? La legge dà alla neomamma tre mesi di tempo per riflettere: passato questo termine il neonato è dichiarato adottabile. Questo diritto, purtroppo ancora sconosciuto a molte, è riconosciuto anche alle donne straniere.

    Per questo molte associazioni sono costantemente impegnate per pubblicizzare questo servizio: la fondazione Rava ha creato il programma ‘ninna ho’ e mette a disposizione un numero verde (800.320023) attivo 24 ore per ricevere informazioni sul parto anonimo in 5 differenti lingue. Vicino agli ospedali inoltre sono spesso collocate delle culle termiche dove neomamme disperate possono lasciare al sicuro i loro bambini. Questo servizio al momento è disponibile a Brescia, Firenze, Roma, Milano e Treviso.

    341

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbortoAdozioneMammaParto
    TOP VIDEO
    PIÙ POPOLARI