Cosa fare se il bambino vuole dormire nel lettone insieme a mamma e papà

da , il

    Cosa fare se il bambino vuole dormire nel lettone insieme a mamma e papà

    Spesso il bambino vuole dormire nel lettone insieme ai genitori, ma questa abitudine è sconsigliata da tutti i pediatri e fin da quando i bambini sono ancora neonati. Sì, perché molto spesso le mamme abituano e si abituano a tenere il bambino nel lettone fin da neonati; perché così facendo sono più comode per l’allattamento e perché temono di non sentire il piccolo nel caso in cui dovesse svegliarsi. Far dormire il bambino e il neonato nel lettone è però sbagliato. Anzitutto, per ragioni fisiche; il bambino o il neonato nel lettone sono scomodi perché dividono il letto con gli adulti, possono quindi svegliarsi e svegliare gli altri, ma anche prendere qualche calcio di troppo!

    In secondo luogo è importante che il bambino non dorma nel lettone perché questo lo aiuta a sviluppare una maggiore sicurezza in se stesso, staccandosi dal contatto con i genitori e la mamma in particolare. Da neonati, poi, far dormire il bambino in culla e non nel lettone aiuta a prevenire la Sids. L’età più critica in cui il bambino vuole dormire nel lettone con mamma e papà è intorno ai due, tre anni, quando iniziano a manifestarsi i primi disturbi del sonno, come gli incubi e la paura del buio. Il consiglio è quindi quello di abituare i bambini fin da neonati a dormire in culla. Al massimo se si teme di non sentire il neonato svegliarsi la si può accostare di più a letto.

    Dopo, se il bambino vuole dormire nel lettone, si può cercare di aiutarlo creando un rituale di distacco la sera, come leggere una fiaba o trascorrendo qualche momento con lui prima che si addormenti. E’ consigliabile anche non vietare al bambino di fare visita al mattino per qualche coccola a mamma e papà nel lettone. E’ importante comunque essere sempre decisi e rispondere sempre fermamente quando il bambino vuole dormire nel lettone…senza eccezioni!