Crosta lattea nei neonati: come curarla correttamente

da , il

    Crosta lattea nei neonati: come curarla correttamente

    La crosta lattea o dermatite seborroica è un disturbo che può comparire tra la seconda e la quarta settimana dalla nascita. Per curarla è necessario anzitutto riconoscerla; per farlo basta rintracciare delle squamette biancastre sul cuoio capelluto del neonato che, in pochi giorni, si diffondono su tutta la testina e si scuriscono, diventando vere e proprie croste. La crosta lattea è destinata a scomparire spontaneamente tra il terzo e il quarto mese di vita del neonato. Nel frattempo, però, le mamme possono agevolare il processo di guarigione e cercare di curarla con dei prodotti specifici. Per curare la crosta lattea occorre lavare la testa del neonato ogni due giorni circa, scegliendo, però, uno shampoo a base oleosa (basterà rivolgersi al farmacista).

    Subito dopo il lavaggio, si può passare sulla cute un prodotto per ammorbidire le crosticine, come l’olio di mandorle dolci o la vaselina e lasciare agire per almeno un’ora. Successivamente, passando un pettinino apposito tra i capelli, potete rimuovere delicatamente le squame.

    Ultimo passaggio per curare la crosta lattea, un prodotto riequilibrante del cuoio capelluto (come l‘olio di borragine ) da usare per tamponare la testa del neonato con un batuffolo di cotone.