Depilazione gravidanza, qual è quella più giusta

da , il

    Depilazione gravidanza, qual è quella più giusta

    Forse non tutte lo sanno, ma i peli superflui in gravidanza crescono meno e sono senza dubbio più deboli.

    La depilazione, dunque, richiederà meno tempo, ma scegliere il metodo giusto in questa delicatissima fase si rivela quanto mai importante, non tutti i sistemi di depilazione, infatti, sono adeguati durante questi nove mesi.

    Alcune donne hanno una crescita talmente rada che preferiscono depilarsi prima del parto e rinunciano a farlo per tutto il periodo della gravidanza, ma chi decidesse di farlo può prendere in considerazione diverse possibilità. Vediamole una per una!

    Il rasoio può essere usato tranquillamente, anche in ospedale di solito fanno la tricotomia col rasoio prima del parto. Di solito si preferisce evitare l’uso del rasoio perché anziché indebolire rinfoltisce i peli, ma poiché in gravidanza così come durante il ciclo i tempi di ricrescita del pelo sono più lenti non è necessario ricorrervi così di frequente.

    A meno che non si soffra di varici o altri problemi legati alla circolazione anche l’uso di epilatori elettrici non presenta alcuna controindicazione. In caso contrario è meglio evitare perché certe anomalie in particolare le malattie vascolari in gravidanza tendono ad accentuarsi.

    Sì anche alle creme depilatorie, che possono essere usate anche per la depilazione preparto, le sostanze chimiche che rilasciano e che hanno la funzione di agire sulla cheratina del pelo non sono nocive per il bambino poiché si tratta di sostanze che lavorano solo in superficie e non vengono assorbite dalla pelle.

    Un metodo che invece andrebbe evitato è la ceretta sia a freddo che a caldo. Si tratta di un metodo di depilazione aggressivo poiché implica l’atto di strappare il pelo. La pelle in gravidanza è molto più sensibile e soggetta a irritazioni quindi se si può evitare di sottoporla allo stress di estirpare i peli è meglio.

    Infine, non sono assolutamente da prendere in considerazione durante la gravidanza schiarenti, laser e elettrocoagulazione. Gli schiarenti perché non è escluso che possano venire assorbiti dalla pelle a tutto danno del bambino, i laser e l’ elettrocoagulazione perché la corrente elettrica su cui si basa il loro funzionamento arriverebbe inevitabilmente anche al bambino.