Dermatite in gravidanza: i rimedi che non fanno male al bambino

da , il

    Dermatite in gravidanza: i rimedi che non fanno male al bambino

    Dermatite in gravidanza: i rimedi per curarla che non fanno male al bambino sono diversi. Il periodo della gravidanza comporta stravolgimenti sul piano ormonale che possono avere conseguenze anche sulla pelle. Nei nove mesi, quindi, possono comparire disturbi tipici, quali vene varicose, acne e smagliature. Anche le dermatiti sono molto frequenti e, in questo senso, si può distinguere tra quelle che compaiono solo in gravidanza e quelle che, invece, possono comparire in qualunque persona in qualsiasi momento della vita. Quali sono?

    Le dermatiti in gravidanza

    Le dermatiti che possono comparire in gravidanza o in qualsiasi momento della vita sono: la dermatite atopica (che si caratterizza per la comparsa di chiazze rosse o vescicole), la psoriasi, l’impetigine erpetiforme (caratterizzata dalla comparsa di vescicole pruriginose), il lupus eritematoso sistemico (che può causare anche parto prematuro), il pemfigo (una forma di dermatosi bollosa) e l’acrodermatite enteropatica (una patologia dermatologica legata ad un difetto di assorbimento dello zinco). Le forme di dermatiti che compaiono nel periodo gestazionale, invece, sono: l’herpes gestazionale (insorge al quarto o al quinto mese e si caratterizza per la comparsa di eruzioni pruriginose e vesciche sierose), la dermatite papulare di gravidanza (che si caratterizza per la formazione di macchie rosse), il prurito gestazionale (che comporta la comparsa di puntini rossi di solito molto pruriginosi), la colestasi intraepatica (compare di solito verso il terzo mese e comporta un intenso prurito), la follicolite pruriginosa (si caratterizza per l’insorgenza di puntini pruriginosi localizzati su tutto il corpo) e la PUPPP (sigla di “pruritic urticarial papules and plaques of pregnancy” che si caratterizza per la comparsa di papule, macchie e placche eritematose e pruriginose).

    Rimedi per curarle

    Alla comparsa dei sintomi delle dermatiti in gravidanza si consiglia di rivolgersi subito al medico, perché alcune di esse richiedono la prescrizione tempestiva di farmaci specifici. Si tratta per lo più di farmaci ad uso topico che spesso non hanno alcun effetto sulla salute e lo sviluppo del feto. Per altre patologie, invece, come la psoriasi, non ci sono cure. I rimedi naturali, però, su consulto del medico, possono aiutare in alcuni casi perché non hanno effetti collaterali e controindicazioni. Per il prurito gestazionale, ad esempio, può essere utile l’olio di mandorle dolci, da applicare sul pancione per prevenire anche la formazione di smagliature. Per la dermatite da contatto, invece, può essere utile ridurre le occasioni di contatto, appunto, con l’agente che crea il problema (cosmetici o detersivi, ad esempio). Per aiutarsi nel trattamento di queste dermatiti, comunque, si consiglia anche di bere molto, dal momento che la mancanza di idratazione non favorisce la guarigione. Tra i rimedi naturali, infine, anche l’aloe vera, dalle molteplici proprietà benefiche.