Dieta Dukan in gravidanza: rischi e avvertenze

da , il

    Dieta Dukan in gravidanza: rischi e avvertenze

    Sono molte le donne in gravidanza incuriosite dalla Dieta Dukan e allettate dall’idea di perdere velocemente i chili di troppo. Ma la dieta di origine francese non convince molti nutrizionisti italiani, soprattutto in un periodo delicato come quello dei nove mesi di gestazione.

    Una donna incinta deve seguire un’alimentazione completa, che equilibri tutte le sostanze nutritive. Il rischio maggiore è quello di sottoporre il feto ad un carico eccessivo si scorie. E’ stato inoltre evidenziato come l’eccesso di proteine e di conseguenza una sovrapproduzione di amminoacidi possa destabilizzare l’equilibrio ormonale alla base della gravidanza.

    Gli stessi rischi valgono durante l’allattamento: l’acidosi peraltro potrebbe alterare il sapore del latte rendendolo meno gradevole al gusto del neonato.

    Il programma della Dieta Dukan si compone di 4 fasi: secondo il parere dei nutrizionisti la più potenzialmente pericolosa, soprattutto per una donna in gravidanza è la prima, che si può protrarre fino a 7 giorni. In questa prima settimana infatti vengono aboliti del tutto i carboidrati: l’assenza di farinacei può compromettere seriamente lo sviluppo del feto. La mancanza di verdure ostacola l’assunzione di acido folico. Mancando anche le fibre si rischia di sviluppare problemi di stitichezza, che già affliggono molte donne incinta.

    Ma neppure la fase 2 è priva di rischi: vengono aggiunte le verdure ma in ogni caso resta alto il pericolo di effetti collaterali come sonnolenza e disturbi intestinali.

    Ufficialmente comunque la dieta Dukan non è esclusa in gravidanza: il suo inventore propone degli adattamenti che permettono di inserire qualche alimento in più e rendono il regime alimentare apparentemente più equilibrato. Ma non si può certo parlare di un’alimentazione completa e l’eccesso di acidi urici resta alto.

    Ma questo non vuol dire accanirsi solo contro la Dieta Dukan, parliamo di questa solo perché negli ultimi tempi, soprattutto dopo che anche Kate l’ha seguita prima del matrimonio reale, ha avuto un successo grandissimo in tutto il mondo. Ma tutte le diete che limitano l’assunzione dei valori nutrizionali indispensabili in gravidanza, e nello specifico dei carboidrati, sono da evitare: così anche la dieta Atkins, la Zona e la South Beach solo per citarne alcune delle più in voga al momento. Tutte infatti favoriscono la produzione di corpi chetonici per nutrire il cervello (una volta esaurite le risorse di zuccheri nel fegato e nei muscoli). Le conseguenze possono essere nausea, disidratazione, aumento della pressione arteriosa e malattie cardiovascolari.

    Partendo quindi dalla considerazione che nessun alimento è completo al 100% è importante che ogni dieta includa tutti gli alimenti. Non bisogna dimenticare che quando si è incinta ci si deve preoccupare non solo della propria salute ma anche di quella del nascituro.