Diritti del padre lavoratore per la nascita del figlio

da , il

    Diritti del padre lavoratore per la nascita del figlio

    Quali i diritti del padre lavoratore per la nascita del figlio? Si parla molto spesso dei diritti legati alla maternità delle donne, ma molto poco di quelle prerogative che concernono la figura del papà. Va detto che, in questo senso, la legislazione italiana è andata via via potenziando anche i diritti dei padri lavoratori per la nascita del figlio. I diritti riconosciuti al padre lavoratore dipendente per la nascita del figlio sono diversi a seconda che il papà sia solo o ancora con la compagna.

    In particolare, in generale, il padre lavoratore dipendente ha per diritto, alla nascita del figlio, la possibilità di usufruire anch’egli dei congedi parentali (con retribuzione pari al 30%) fino a sei mesi di vita del neonato (elevabili anche a sette). Questo se la mamma non resta a casa più di 4 mesi o non usufruisce dei congedi a sua volta. Ancora, tra i diritti del padre lavoratore dipendente per la nascita del figlio, anche i permessi giornalieri per l’allattamento. In questo caso il neo papà può disporre di alcune ore di riposo giornaliero retribuito se la mamma vi rinuncia a sua volta o è lavoratrice autonoma.

    Infine, i diritti del padre lavoratore per la nascita del figlio si ampliano nel caso in cui il papà sia solo. In questo caso, infatti, il papà ha anche il diritto a un congedo definito obbligatorio, con retribuzione all’80% fino ai tre mesii di vita del bambino, ma anche a10 mesi di congedo con retribuzione al 30%, alla conservazione del posto di lavoro fino al primo anno di vita del bambino e a due ore di permessi al giorno fino all’anno di età.