Diritti naturali dei bambini, il decalogo da seguire anche per i genitori

da , il

    Diritti naturali dei bambini, il decalogo da seguire anche per i genitori

    Vi riporto un bellissimo decalogo scritto da Gianfranco Zavalloni, un vero e proprio ‘Manifesto dei diritti naturali di bimbi e bimbe’, scritto ormai diversi anni fa ma che non sarà mai troppo vecchio per essere ripetuto. Gianfranco Zavalloni è un dirigente scolastico di Cesena ed ha contribuito al progetto di Scuola Creativa. Lo stesso autore del decalogo sostiene che ai bambini vengano spesso negati dei diritti che sarebbero da sottintendere naturali, eccoli dopo il salto.

    ‘Mi piace giocare, disegnare, raccontare e ascoltare storie, fare e vedere uno spettacolo di burattini - afferma Gianfranco Zavalloni – Lavorando prima come maestro e poi come dirigente scolastico mi sono accorto che quasi tutti i bimbi e le bimbe d’Europa o delle famiglie ricche del Sud del Mondo hanno riconosciuti i diritti stabiliti dalla Carta Internazionale dei diritti dell’Infanzia (istruzione, salute, gioco…). Ma agli stessi sono pressoché negati quelli che io definisco diritti naturali. Questo manifesto è rivolto ai grandi, anche perché i piccoli lo capiscono al volo. Un po’ come diceva il Piccolo Principeai grandi bisogna sempre spiegare tutto quello che i bambini capiscono subito’.

    E’ così che una persona sensibile, un professionista del settore, ha stilato questo preziosissimo manifesto.

    Manifesto per i diritti naturali dei bambini

    1

    IL DIRITTO ALL’OZIO

    a vivere momenti di tempo non programmato dagli adulti

    2

    IL DIRITTO A SPORCARSI

    a giocare con la sabbia, la terra, l’erba, le foglie, l’acqua, i sassi, i rametti

    3

    IL DIRITTO AGLI ODORI

    a percepire il gusto degli odori, riconoscere i profumi offerti dalla natura

    4

    IL DIRITTO AL DIALOGO

    ad ascoltatore e poter prendere la parola, interloquire e dialogare

    5

    IL DIRITTO ALL’USO DELLE MANI

    a piantare chiodi, segare e raspare legni, scartavetrare,

    incollare, plasmare la creta, legare corde,accendere un fuoco

    6

    IL DIRITTO AD UN BUON INIZIO

    a mangiare cibi sani fin dalla nascita, bere acqua pulita e respirare aria pura

    7

    IL DIRITTO ALLA STRADA

    a giocare in piazza liberamente, a camminare per le strade

    8

    IL DIRITTO AL SELVAGGIO

    a costruire un rifugio-gioco nei boschetti,

    ad avere canneti in cui nascondersi, alberi su cui arrampicarsi

    9

    IL DIRITTO AL SILENZIO

    ad ascoltare il soffio del vento, il canto degli uccelli, il gorgogliare dell’acqua

    10

    IL DIRITTO ALLE SFUMATURE

    a vedere il sorgere del sole e il suo tramonto, ad ammirare, nella notte, la luna e le stelle

    Il decalogo è di Gianfranco Zavalloni, qui potete trovare più informazioni sul progetto di Scuola creativa.

    Diritti naturali dei bambini in tutte le lingue del mondo.