Diventare mamma dopo i 40 anni: tutti i pro e i contro

da , il

    Diventare mamma dopo i 40 anni: tutti i pro e i contro

    Scegliere di diventare mamma dopo i 40 anni può essere una scelta personale, ma molto spesso dipende da altri fattori come la volontà di realizzarsi prima professionalmente oppure l’aver incontrato sulla propria strada situazioni sentimentali difficili che non hanno permesso di pensare ad una gravidanza. Ad ogni modo, quando si arriva a questa età, ci si chiede se sia giusto cercare comunque un bambino e diventare mamme, assumendosi tutti i pro e i contro di una decisione non sempre condivisa. Va detto preliminarmente che un fattore decisamente contro nel diventare mamma a 40 anni è la difficoltà nel concepimento.

    Basti pensare che a 40 anni esatti la percentuale di successo di una gravidanza è del 40 %, ma che questo dato scende bruscamente intorno ai 45 anni, attestandosi generalmente intorno al 5%. I fattori contro persistono anche a concepimento avvenuto; è ormai acclarato infatti che aumentano, per le gravidanze delle over 40, sia il rischio di subire un aborto spontaneo (fino ai 45 anni il rischio è di un caso su due, dopo sale anche a tre casi su quattro), sia quello per il feto di essere affetto da sindrome di Down (la percentuale in questo caso è di un bambino ogni 200, nato da donne che decidono di diventare mamme dopo i 40 anni). Diventare mamma a 40 anni, però, non significa solo contro, ma anche altrettanti pro.

    Le mamme più grandi sono infatti sicuramente più preparate da un punto di vista economico all’evento perché magari hanno già consolidato la propria posizione economica. Di sicuro le donne che decidono di diventare mamma dopo i 40 anni sono anche più pronte psicologicamente ad affrontare le responsabilità e le gioie della maternità. Infine, a questa età è probabile che anche la scelta e il rapporto costruito col partner siano più solidi per formare una famiglia. Si tratta di una scelta importante che ogni donna deve “sentire” di poter affrontare.