Divertimento bambini: l’ironia si sviluppa intorno ai 4 anni

da , il

    Divertimento bambini: l’ironia si sviluppa intorno ai 4 anni

    Gli studi sullo sviluppo dei bambini dominanti hanno sempre sostenuto che i più piccoli non fossero in grado di comprendere paradossi, scherzi e domande retoriche prima dei dieci anni. Un recente studio canadese però ribalta questa convinzione e afferma al contrario che i bambini sanno ridere, scherzare e possiedono senso dell’umorismo già intorno ai 4 anni. Lo studio è stato pubblicato sul British Journal of Developmental Psychology e si basa sull’analisi di dialoghi tra genitori e figli di età compresa tra i 4 e i sei anni. I risultati dimostrano che il linguaggio dei più piccoli già intorno ai tre anni dispone di circa mille parole e che da quell’età si estende a ritmo incalzante.

    I bambini quindi già a quattro anni sanno prendere in giro gli adulti anche se non sempre i genitori ne sono consapevoli. I ricercatori canadesi che si sono dedicati al tema consigliano invece di imparare a scherzare con i propri bambini, anche per superare eventuali conflitti educativi. L’ironia del bambino dipende in parte dall’ambiente in cui cresce e dall’educazione che riceve ma ha anche una forte componente innata e sotto certi aspetti inspiegabile, come altre capacità naturali. Il sarcasmo esiste anche nei bambini quindi e pensare che non si possa sviluppare prima dei dieci anni potrebbe essere stato un mero errore scientifico. Di questo avviso anche una nota psicologa dello sviluppo italiana, Tilde Giani Gallino che invita proprio ad osservare i bambini nel loro ambiente naturale, per esempio a scuola per rendersi conto di come scherzano tra coetanei e con gli adulti e che addirittura riescano a valutare come la loro ironia possa essere interpretata dagli altri. Anche l’analisi dei disegni dei bambini aiuta a capire questa abilità: alcuni proponevano macchine inventate dai poteri surreali e, se il ricercatore dimostrava eccessivo interesse, era proprio il bambino a precisare che si trattava di uno scherzo. Ovviamente il sarcasmo dei bambini sarà influenzato dai genitori nel senso che il loro senso dell’humor si concentrerà proprio nei temi su cui questi insistono maggiormente.