Donazioni latte materno su Facebook: allarme rischi

da , il

    Donazioni latte materno su Facebook: allarme rischi

    Un nuovo fenomeno sta dilagando su internet nelle ultime settimane, è quello relativo alle donazioni di latte materno alle mamme che ne hanno poco attraverso alcuni social network, Facebook in particolare.

    Si tratta di una pratica molto diffusa che sta prendendo piede rapidamente sia in Europa che in America e Giappone, ma che comporta dei rischi per la salute, anche gravi, secondo quanto affermano le autorità sanitarie, in quanto avviene senza alcun controllo sanitario.

    Si chiama ‘Human Milk 4 Human Babies‘ la rete mondiale creata su Facebook per raccogliere e distribuire il latte materno, tra chi ne ha troppo e chi ne ha troppo poco. Sul social network sono alcune migliaia le persone iscritte alla pagina principale, che si scambiano anche consigli e suggerimenti sull’allattamento.

    Ma sono numerose anche le pagine nazionali del network, ognuna con diverse centinaia di iscritti. La pagina italiana al momento ha 90 iscritti. ‘Il diffondersi di questo tipo di donazione – afferma il professor Jean-Claude Picard, presidente delle Banche del latte materno in Franciasignifica che le mamme comprendono sempre di più l’importanza e i vantaggi del latte materno, ma non i rischi che questa pratica comporta‘.

    Sono molti, infatti, i virus trasmissibili attraverso il latte materno. Un recente studio americano condotto su 1.091 donatrici volontarie ha rilevato che il 3,3% del latte materno donato è risultato alle analisi positivo a sifilide, epatite B e C, HTLV e Hiv. C’è poi anche il problema di trasmettere eventuali allergie o intolleranze, anche a medicinali, e degli stupefacenti, se le madri ne fanno uso.

    Una buona pastorizzazione permette di eliminare la maggior parte di batteri e virus – afferma un esperto della Banca del latte materno francese -, ma mai al 100%. E far bollire il latte materno fa perdere la maggior parte delle sue qualità‘.