Donne obese: figli a rischio insufficienza renale

da , il

    Donne obese: figli a rischio insufficienza renale

    Se la donna incinta è obesa o ha sofferto di diabete in gravidanza i figli hanno maggiore possibilità di soffrire di insufficienza renale cronica. A lanciare l’allarme è un gruppo di ricercatori della University of Washington che ha condotto uno studio presentato in occasione del 43esimo meeting annuale dell’American Society of Nephrology. I test sperimentali hanno coinvolto oltre 4 mila pazienti affetti da insufficienza renale cronica infantile diagnosticata entro il ventunesimo anno di età. I dati relativi a questi pazienti sono stati in una seconda fase dell’esperimento messi a confronto con le cartelle cliniche di 20 mila bambini sani.

    In questo modo è stato evidenziato un legame tra la malattia renale e l’aver avuto una mamma obesa o diabetica durante la gestazione. In media i bambini con insufficienza renale infantile sono lo 0,26 per cento, ovvero circa 1 caso ogni 400 nati vivi. I numeri di bambini con problemi ai reni se la mamma è obesa o diabetica cambiano notevolmente e in maniera emblematica. Il rischio dell’insorgere del problema infatti aumenta addirittura del 69% se la donna soffriva di diabete prima di rimanere incinta, del 28% se il diabete si origina durante la gestazione e del 22% se la donna non è diabetica ma è obesa. La causa più comune di insufficienza renale cronica infantile è l’anomalia dello sviluppo del rene e del tratto urinario. I risultati di questo studio suggeriscono un metodo per prevenire blocchi urinari e insufficienza renale sottoponendo la future mamme a controlli di peso e ad un regime alimentare sano ancor prima del concepimento. Appare anche evidente l’esigenza di una diagnosi precoce del diabete per le donne incinta.