Educare i figli con il gioco

da , il

    Educare i figli con il gioco

    Insegnare l’educazione ai bambini non è sempre semplice. A volte le parole non bastano ma piuttosto che passare alle urla o alle punizioni perché non tentare la carta del gioco? Coinvolgerli in maniera creativa è un’idea costruttiva per aiutarli nella crescita e spesso riesce a fargli capire molte cose meglio del tono di voce alta o di uno schiaffo. Volete educare i bambini alla collaborazione nelle faccende domestiche? Non sapete come abituarlo a non fare i capricci prima di andare a letto, a lavarsi mani e denti quotidianamente o a non sprecare il cibo e mangiare tutto?

    Oppure volete stimolarlo a superare alcuni problemi legati alla crescita, ad esempio la pipì a letto, o a correggere altri comportamenti? Prendete un cartellone colorato. Con altri fogli di carta preparate delle medaglie di cartone applicando delle spille da balia nel retro. Se non siete molto pratiche con il disegno potete trovare alcuni modelli di medaglia da stampare da internet. Pensate ai difetti e ai vizi più urgenti da correggere: non siate troppo esigenti perché dargli troppi compiti potrebbe scoraggiarlo. Scrivete ognuno di questi traguardi sul cartellone: se il bambino non sa ancora leggere rappresentate le azioni con delle immagini. Ora sfidatelo alla conquista delle medaglie: gliene assegnerete una ogni volta che corre a lavarsi i denti di sua iniziativa, che vi aiuta a preparare la tavola o che mangia le verdure. In questo modo sarà più spronato ad obbedire e lo farà divertendosi. La medaglia sarà una ricompensa importante per il suo orgoglio.