Embrioni congelati: bimba nasce dopo 18 anni

da , il

    Embrioni congelati: bimba nasce dopo 18 anni

    Una donna israeliana, Orit Koter-Cohen, aveva congelato una provetta con degli embrioni dopo un trattamento di fecondazione artificiale che non era andato a buon fine. Questo succedeva quasi vent’anni fa, oggi la donna ha quarantun’anni ed ha deciso di utilizzare la sua provetta congelata, ed ecco che è nata una bambina da un embrione di ben 18 anni.

    Il professor Elasar Schalev dell’università di Technion di Haifa, che ha seguito la donna, ha spiegato che tutto ciò non è incredibile infatti: ‘Gli embrioni si conservano perfettamente alle temperature di un congelatore, e uno studio americano ha confermato recentemente che le cellule fecondate anziane non mostrano nessun tipo di inferiorità rispetto a quelle giovani‘.

    Orit Koter-Cohen, già madre di due ragazzi adolescenti, in questi giorni ha partorito la piccola Schirel, un miracolo della scienza, visto che è nata dopo che la madre ha provato a farsi impiantare le cellule fecondate 18 anni più tardi.

    Il gioco del del destino è che la piccola Schirel sarebbe più grande dei due fratelli, nonostante sia nata anni dopo, il suo gamete è stato infatti fecondato in laboratorio nel 1993. Solo in seguito la donna era riuscita a portare a termine due gravidanze e gli embrioni congelati erano stati lasciati in stand by.

    Anche l’anno scorso negli Stati Uniti una donna aveva partorito un bambini concepito anni prima e poi congelato… La scienza fa passi da gigante e capita sempre più spesso che si faccia beffe del tempo, fin dove arriverà?