Episiotomia, tempi di guarigione e cura della ferita

da , il

    Episiotomia, tempi di guarigione e cura della ferita

    Molte mamme si chiedono quali sono i tempi di guarigione e cura della ferita dell’episiotomia. L’episiotomia è una piccola incisione nella zona tra vagina e ano che può essere praticata nella fase espulsiva del parto. Essa può essere praticata per diverse ragioni, ad esempio per velocizzare il passaggio del bambino quando ci sono delle complicazioni durante il parto. Di solito non provoca dolore e comunque la donna non si rende neppure conto durante le spinte della piccola incisione che è stata praticata dal personale medico.

    Inoltre, prima dell’episiotomia, viene generalmente praticata in zona una piccola anestesia e anche questo esclude il dolore. Riguardo ai tempi di guarigione dell’episiotomia, invece, di solito, i punti riassorbibili con cui è chiusa, si riassorbono nel giro di due settimane circa. Oltre ai tempi di guarigione dell’episiotomia, particolare attenzione va posta nella cura della ferita e in particolare all’igiene personale. Per ridurre il rischio di infezioni e infiammazioni dell’apparato genitale è infatti indispensabile che la donna segua con cura l’igiene della zona interessata. In genere il ginecologo consiglia di lavare spesso la zona con un disinfettante specifico. Particolare attenzione va posta anche alla lochiazioni, per cui devono essere adottati solo assorbenti esterni da cambiare almeno ogni due o tre ore. Per la cura della ferita dell’episiotomia, poi, si consiglia di utilizzare capi di cotone ed evitare invece capi sintetici che favoriscono la proliferazione di batteri e la comparsa di infezioni. Insomma, la cura e i tempi di guarigione della ferita dell’episiotomia vanno seguiti con particolare attenzione.