NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Eritema sulla pancia in gravidanza: cause e rimedi naturali

Eritema sulla pancia in gravidanza: cause e rimedi naturali
da in Disturbi gravidanza, Gravidanza, Gravidanza in estate, Mamma
Ultimo aggiornamento:
    Eritema sulla pancia in gravidanza: cause e rimedi naturali

    Le cause dell’eritema sulla pancia in gravidanza sono tante. I rimedi naturali, però, esistono e permettono di risolvere efficacemente il problema. Il termine “eritema” è alquanto generico e può indicare tutta una serie di affezioni e disturbi che interessano la pelle. Non solo eritema solare, quindi, ma anche diverse forme di dermatite. I rimedi, quindi, variano a seconda dei fattori scatenanti il problema e dei sintomi riportati dalla gestante.

    Le cause dell’eritema in gravidanza possono essere diverse. Anzitutto, l’esposizione solare, che può provocare la comparsa dell’eritema solare, un’ustione più o meno grave spesso associata a prurito, bolle, febbre e malessere generale. Questo tipo di eritema è più frequente nelle donne in attesa perché la pelle nei nove mesi è più delicata e sensibile. Il pancione, poi, è particolarmente sporgente; di conseguenza è più probabile che venga colpito in modo importante dai raggi solari. Non solo, ad aggravare la situazione può essere la sensazione di forte prurito (legata alla tensione cui è sottoposta la pelle del pancione che cresce), che induce la donna a grattarsi. In conseguenza di ciò aumenta l’arrossamento e la desquamazione della pelle.

    Nei nove mesi è possibile sviluppare anche un’eritema o dermatite “da stress”; si tratta di un arrossamento della pelle che viene ricondotto anche ad un aumento del sangue presente nei capillari a ridosso della cute.

    Infine, il pancione in gravidanza può essere interessato da un’altra particolare forma di eritema, meglio conosciuta come “dermatite da contatto”. Essa è legata al contatto, appunto, della pelle con sostanze o tessuti irritanti o allergizzanti. In estate, ad esempio, il fatto di indossare un costume intero quando già si è sviluppato un arrossamento causato dall’esposizione solare può peggiorare la situazione. Il risultato? Prurito intenso, desquamazione della pelle e formazione di vescicole o puntini rossi sul pancione. Fate attenzione, infine, ai prodotti che applicate sulla pelle perché potrebbero contenere sostanze allergizzanti e/o irritanti.

    I rimedi per l’eritema sulla pancia in gravidanza dipendono dalle cause scatenanti. Per l’eritema solare, oltre ai trattamenti farmacologici da acquistare in farmacia, può essere utile l’applicazione di una lozione ottenuta con acqua e tintura madre di calendula. Per attenuare il prurito, si possono fare anche dei bagni sciogliendo nella vasca da bagno un po’ di amido. Gli oli essenziali consigliati, invece, sono: patchouli, lavanda, sandalo, cipresso, eucalipto. Tra i rimedi omeopatici, infine: Belladonna (se la sensazione prevalente è di forte calore con arrossamento e puntini), Cantharis (se l’eritema è a bolle) e Apis, se la pelle è gonfia e calda, con sensazione di spilli. Fondamentale, però, la prevenzione che deve farsi applicando la protezione solare almeno mezz’ora prima di esporsi al sole e anche quando il pancione è già abbronzato. Per l’eritema da stess, invece, può essere utile l’applicazione di un olio di mandorle dolci per ridurre il prurito e lenire l’arrossamento, mentre per l’eritema da contatto si consiglia di evitare di tenere indosso il costume intero bagnato in estate per molto tempo (essendo di fibre sintetiche che non aiutano la traspirazione) e di chiedere al proprio ginecologo per l’applicazione di eventuali preparati farmacologici.

    626

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Disturbi gravidanzaGravidanzaGravidanza in estateMamma
    PIÙ POPOLARI