Farmaci per bambini da portare in vacanza: una guida utile

Quali sono i farmaci per bambini da portare in vacanza? Le vacanze possono rivelarsi croce e delizia per i genitori di un bambino o di un neonato che si ammala! Trovare nell’immediato i farmaci giusti, infatti, potrebbe non essere facile. Meglio giocare d’anticipo, dunque. Ma, quali farmaci mettere in valigia, quindi?

da , il

    Farmaci per bambini da portare in vacanza: una guida utile

    Quali sono i farmaci per bambini da portare in vacanza? Questa piccola guida vi potrà essere utile per capire cosa acquistare prima di partire per proteggere la salute dei vostri piccoli! Del resto le vacanze possono essere croce e delizia per i genitori di un bambino o di un neonato, perché se questi si ammala proprio durante quei giorni tutto può risultare più noioso e complicato. Trovare nell’immediato i farmaci giusti, infatti, potrebbe non essere facile. Meglio giocare d’anticipo, dunque, acquistando le medicine e gli strumenti che permettono un primo soccorso. Ovviamente, qualora dovreste riscontrare dei sintomi importanti, come la febbre alta o il vomito e la diarrea che non passano nel giro di uno o due giorni, recatevi subito al pronto soccorso più vicino. Ma, quali farmaci mettere in valigia, quindi?

    Kit viaggio per bimbo

    Da cosa è composto il kit viaggio per bimbo? I medicinali da portare in viaggio per i bambini sono diversi. Anzitutto, il paracetamolo, da somministrare in caso di febbre (quando la temperatura supera i 38°). Ovviamente, per la posologia, è necessario seguire scrupolosamente le indicazioni del pediatra, che potete chiamare o consultare nel posto dove siete in vacanza.

    Gli antibiotici, invece, sono farmaci specifici, nel senso che variano in base all’infezione da trattare. Per questo, non se ne può consigliare in generale uno da portare in vacanza. Consultate il pediatra per la prescrizione di questi ultimi in caso di infezioni, oppure recatevi al pronto soccorso più vicino.

    Tra i medicinali da portare, soprattutto in caso di viaggio all’estero, anche i fermenti lattici. I probiotici, infatti, possono rivelarsi utili in caso di diarrea, frequente quando il bambino cambia abitudini alimentari. Ancora, al kit da viaggio vanno inserite le fialette per il lavaggio nasale, utili in caso di raffreddore.

    Non dimenticate, poi, le creme e le lozioni per prevenire e curare le punture di insetti (da acquistare anche in rete), particolarmente frequenti nei posti di villeggiatura. Per scegliere quelle dalla formulazione più adatta, però, domandate al vostro farmacista. Le pomate al cortisone, ad esempio, andrebbero usate con parsimonia.

    Al kit da viaggio aggiungete anche una pomata all’arnica, da usare in caso di infiammazione ed in caso di ematoma. Utile, se vi recate al mare, anche uno stick a base di ammoniaca, da applicare in caso di puntura di medusa. Ancora, un termometro e la crema ad elevato filtro solare per prevenire le scottature solari nei bambini.

    Infine, non dimenticate la tessera sanitaria del piccolo, oltre alla vostra. Questa vi darà accesso alla copertura delle spese sanitarie in tutto il territorio dell’Unione Europea.

    Kit viaggio per neonato

    Di cosa comporre, invece, il kit viaggio per il neonato? Le medicine da portare in crociera e i farmaci per i viaggi in aereo sono diversi. Il kit da viaggio per i neonati è simile al kit da viaggio indicato per i bambini.

    A quelli precedentemente indicati (tra cui il termometro), quindi, aggiungete – soprtatutto se il vostro piccolo ne soffre – un farmaco per le coliche gassose nei neonati. Queste, infatti, sono particolarmente fastidiose e dolorose. Anche l’otite è molto comune tra i neonati; per questo potete premunirvi con dei medicinali da acquistare prima della partenza.

    Infine, i cerotti, qualche garza e altro materiale da medicazione. Questi ultimi vanno aggiunti anche al kit da viaggio per bambini più grandi, insieme al termometro!