Fase dei perché nei bambini, quando inizia e come gestirla

da , il

    Fase dei perché nei bambini, quando inizia e come gestirla

    Come gestire la fase dei perché nei bambini? E, quando inizia questa fase? La curiosità dei bambini si sviluppa gradualmente fino a raggiungere quella fase conosciuta come “fase dei perché”, quando cioè il bambino comincia a fare molte più domande e a interrogarsi sul mondo che lo circonda. I bambini iniziano a parlare solitamente intorno ai tre anni, ma è solo intorno ai 5, 6 anni che comincia quella che è appunto definita fase dei perché. In questa fase il bambino fa domande anche insistenti sul mondo che lo circonda. Come gestire la fase dei perché e eventualmente sopravvivere anche alle domande difficili dei bambini?

    Il consiglio fondamentale durante la fase dei perché dei bambini è comunque quello di rispondere al piccolo e prestargli attenzione. Il bambino, infatti, rivolge domande non solo per apprendere sul mondo che lo circonda, ma anche per ottenere l’attenzione dei più grandi. E’ sempre quindi consigliato non mostrarsi indifferenti o insofferenti, ma cercare di rispondere con calma e serenità. In questo modo il bambino sarà rassicurato circa l’interesse che mamma e papà hanno nei suoi confronti. La fase dei perché nei bambini può comprendere anche delle domande difficili o imbarazzanti, come quelle sulla sfera sessuale o sulla morte. In ogni caso, quindi, anche quando si tratti di domande difficili, il consiglio è sempre quello di rispondere in modo semplice, evitando di scendere troppo nei dettagli che, comunque, i bambini non capirebbero. Oltre a rispondere in modo semplice, è importante cercare di fornire sempre la stessa risposta al bambino che, diversamente, andrebbe in confusione.