Fertilità maschile, attenzione ai grassi

da , il

    Fertilità maschile, attenzione ai grassi

    Quello dell’infertilità maschile è un problema serio che merita le giuste osservazioni e considerazioni. Oggi, invece, vogliamo occuparci della ‘fertilità’ maschile, di come può essere aumentata oppure subire dei bruschi cali a causa dell’alimentazione. Da un recente studio condotto da Jill Attaman, ricercatrice dell’Harvard Medical School, è emerso, infatti, che esiste una stretta correlazione tra l’assunzione di alcuni cibi e la fertilità negli uomini. Secondo la ricercatrice, una dieta sbilanciata, che predilige cibi ricci di grassi saturi, animali e vegetali (ad esempio quelli contenuti nei salumi, nel burro ma anche nell’olio d’oliva) abbassa notevolmente il numero di spermatozoi, a tutto discapito della capacità riproduttiva.

    Gli studi hanno anche evidenziato che la riduzione delle cellule riproduttive maschili può spingersi addirittura fino al 41%. La correlazione tra alimentazione e fertilità invita, quindi, anche gli uomini ad una maggiore attenzione nel caso in cui si progetti una gravidanza. Anche loro dovranno iniziare a prestare le dovute accortezze, affinché si mantengano in buona, anzi in ottima salute, eliminando cattive abitudini a favore di una corretta alimentazione; in altre parole il buono stato di salute dell’organismo manterrà inalterata la potenza riproduttiva, in modo direttamente proporzionale con la quantità di spermatozoi.

    I dati emersi dallo studio sono stati resi noti durante il congresso della Società americana di Medicina della riproduzione. In questa occasione si è, però, anche messo in evidenza che non tutti i grassi sono nocivi alla fertilità maschile e si è distinto tra grassi cattivi e buoni a questo scopo. Secondo gli studi condotti, infatti, non sarebbero nocivi gli acidi grassi omega 3 e omega 6 che, anzi, non dovrebbero mai mancare in una dieta sana ed equilibrata di qualsiasi individuo (a contenerli sono ad esempio il pesce o le noci). Questi grassi non influirebbero sul numero degli spermatozoi e quindi sulla fertilità maschile.