Flebite in gravidanza: sintomi, conseguenze e cura

da , il

    Flebite in gravidanza: sintomi, conseguenze e cura

    Non sono rari i casi di flebite in gravidanza: quali sono i sintomi riscontrati nelle donne incinta? Quali conseguenze ha la flebite sulla gestazione e qual è la cura possibile se si aspetta un bambino? Abbiamo visto che cos’è la flebite: questo processo infiammatorio trova terreno fertile in gravidanza, soprattutto se la donna incinta è costretta al riposo forzato.

    La prolungata immobilità infatti alimenta il ristagno del sangue nella vena e quindi ostacola il regolare flusso circolatorio. Inoltre anche la pressione che il feto esercita sulle grandi vene ostacola il libero scorrere del sangue.

    I sintomi più comuni sono gonfiore, arrossamento e surriscaldamento della zona interessata. Non sono facili da individuare perché sono del resto situazioni abbastanza comuni in gravidanza anche in assenza di flebite.

    Come si cura la flebite? Solitamente si consiglia di muoversi e smettere di fumare ma in gravidanza l’attività fisica può essere forzatamente ridotta e, sappiamo bene che a prescindere dalla flebite non si deve fumare se si aspetta un bambino.

    Cosa fare allora in gravidanza per prevenire o combattere la flebite? innanzitutto è bene evitare il più possibile di stare in piedi a lungo nella stessa posizione, non sedersi su sedie o poltrone troppo basse, evitare i bagni troppo caldi o i luoghi con temperature eccessive, dormire con i piedi leggermente sollevati e infine portare sempre calze elastiche