Fontanelle nel neonato, quando si chiudono e come comportarsi

da , il

    Fontanelle nel neonato, quando si chiudono e come comportarsi

    Quando si chiudono le fontanelle del neonato? La testa del neonato è particolarmente delicata, anche per la presenza delle fontanelle, per questo non è sempre facile capire come comportarsi fino alla loro chiusura. Le fontanelle sono le membrane di tessuto fibroso che rivestono le zone in cui le ossa del cranio del bambino non si sono ancora saldate. In totale, le fontanelle nel neonato sono sei, ma alla nascita, ne rimangono aperte solo due, in particolare la fontanella anteriore e quella posteriore. Ma, quando si chiudono le fontanelle nel neonato? Le fontanelle nel neonato si chiudono in tempi differenti a seconda dei ritmi di crescita del bambino.

    In linea di massima, però, la fontanella posteriore tende a chiudersi nell’arco dei primi tre mesi di vita, mentre quella anteriore intorno ai 18, 20 mesi di vita. Può anche accadere, però, che la fontanella posteriore si presenti anch’essa già chiusa alla nascita. Chiarito quando si chiudono le fontanelle nel neonato resta da chiedersi come comportarsi durante questa delicata fase con la testa del bambino. Va detto subito che le mamme non devono avere alcuna preoccupazione nel toccare le fontanelle del neonato, in quanto esse sono comunque alquanto resistenti. Ovviamente occorre procedere sempre con delicatezza anche nel lavare e pettinare questa zona particolare. Va detto infine che molte mamme si preoccupano nel vedere la fontanella anteriore leggermente infossata o pulsante o un po’ gonfia. Queste condizioni non devono allarmare particolarmente purchè siano evidenti solo quando il neonato piange o urla. Quando si chiudono le fontanelle nel neonato invece le mamme possono essere più tranquille anche nel gestire questa zona, comunque delicata.