Frasi da non dire ad una neomamma

da , il

    Frasi da non dire ad una neomamma

    Se la vostra migliore amica ha appena partorito sarete felici di condividere con lei la gioia della nascita di un bambino e in qualche modo diveRicordate però che una donna che è appena diventata mamma è particolarmente sensibile a certi argomenti quindi ci sono alcune frasi che vanno assolutamente evitate.ntate indirettamente zie. Gli sbalzi ormonali la rendono suscettibile e la dolce neomamma potrebbe trasformarsi presto in una tigre! Attente quindi a quello che dite: nel dubbio consultate l’articolo per evitare gaffe.

    Vedrai che presto si abituerà ai tuoi orari e ti farà dormire

    Lei sarà probabilmente stressantissima per le notti insonne e su questo argomento potrebbe essere particolarmente suscettibile. Probabilmente voi cercate solo in buona fede di tirarla su ma le state anche mentendo. Ci sono neonati che non dormono regolarmente per mesi e che evidentemente si sintonizzano con gli orari di qualche altra mamma in Australia. Una neomamma si sentirà ripetere cento volte al giorno che il neonato non dorme la notte in un periodo di ‘transizione’: ma che vuol dire? E chi può dire quanto dura un periodo di transizione? Anche la fase che è seguita al gelo del Paleolitico e ha portato al Neolitico è stata di transizione ma è durata circa 850 000 anni.

    E ti lamenti già? Il bello deve ancora arrivare?

    Per nove lunghi mesi questa poveretta ha visto il parto come un traguardo che poneva fine a mal di schiena, nausea e sbalzi di umore. E ora le dite che è solo l’inizio? Aver urlato per una notte in preda alle doglie è solo l’inizio? Questa frase è tipica di chi è già mamma e credetemi non nasconde esperienza ma sadismo! E’ un po’ l’imbroglio in cui cadono i giovani studenti universitari che sognano la laurea e poi si pentono di essere entrati nel mondo del lavoro o ancora peggio dei laureati disoccupati. Datele un incoraggiamento per vedere la luce.

    Hai scelto un pediatra bravo?

    Ogni neomamma ci mette in media 9 mesi prima di scegliere il pediatra. Diciamo che quando scopre di essere incinta ingaggia degli investigatori privati per spiare i potenziali futuri pediatri e controllare che nella loro vita non ci siano pecche. Eppure una volta scelto non saprà mai sicura e sarà in panico al primo accenno di tosse del neonato. E poi chissà perché tutte le mamme esperte sono convinte di avere il pediatra più bravo del mondo solo perché non le ha mandate a quel paese quando a mezzanotte lo hanno chiamato perché il bambino era ‘strano’. Anzi fanno di più: si improvvisano pediatre e ti danno consigli assurdi come se la tua ansia non fosse già sufficiente. Non farlo sudare, non lasciare il bambino in mezzo alla corrente: regalatele una campana di vetro climatizzata e fate prima!

    Vedrai che un figlio vi unirà ancora di più

    Lei potrebbe leggere tra le righe che il suo rapporto ad occhi esterni appare finito. Siamo davvero così evidentemente alla frutta? Penserà in preda al panico mentre già immagina il marito con la segretaria. E’ naturale che durante la gravidanza e dopo il parto i ritmi sessuali non siano quelli di due liceali ma il rapporto è fatto anche di altre cose no?

    A quando il fratellino?

    Questa domanda è davvero ammirabile per il coraggio. E’ come chiedere ad uno scalatore che è arrivato sulla cima dell’Everest se ha voglia di fare una corsetta. Una donna che ha partorito si sottoporrebbe più volentieri ad un intervento per diventare uomo piuttosto che pensare di avere subito un altro figlio. Ognuno ha i suoi tempi e queste domande sono davvero urtanti.

    Ve ne vengono in mente altre?