Fumo passivo: cosa respirano i bambini se i genitori fumano in macchina?

da , il

    Fumo passivo: cosa respirano i bambini se i genitori fumano in macchina?

    Il fumo passivo è dannoso: lo è per gli adulti e soprattutto per i bambini. In Australia, negli Stati Uniti e in Canada esiste un divieto di fumo sulle auto che trasportano bambini. Presso le isole Mauritius il divieto è addirittura esteso a tutti gli automobilisti, anche se non trasportano bambini a bordo. E in Europa? In questi giorni da Londra arriva una nuova campagna, promossa dall’attrice Judi Dench, che sensibilizza sui danni del fumo respirato nelle macchine da bambini a bordo. L’appello si unisce a quello di tante altre persone che avevano richiesto a gran voce di estendere il divieto di fumo anche in Europa.

    L’attrice ha messo la sua faccia per promuovere l’iniziativa anche perché anche suo marito è morto di cancro nel 2001: stando ai dati raccolti una normativa del genere aiuterebbe ad evitare circa 22 mila casi di bambini asmatici ogni anno. In media infatti il 40% dei bambini è esposto in auto al fumo dei genitori alla guida. Se respirare fumo passivo danneggia anche gli adulti è intuibile che i danni sui polmoni dei bambini, non ancora pienamente sviluppati, sono ancora più ingenti. Molti cittadini inglesi hanno chiesto al Parlamento di promuovere un disegno di legge sulla questione. In Italia invece la questione è ancora poco sentita eppure basterebbe davvero poco per tutelare i nostri bambini. Troppo spesso ci preoccupiamo con eccessiva ansia e apprensione che non prendano troppo freddo o che non diano confidenza agli sconosciuti e poi siamo proprio noi a danneggiarli con comportamenti superficiali. La proposta di legge contro il fumo passivo in Italia, accennata qualche mese fa, in occasione dell’aggiornamento del codice della strada, è stata poi cancellata prima del nascere.