Gioco per ragazzi. Allenare la mente al Tocatì

da , il

    Gioco per ragazzi. Allenare la mente al Tocatì

    Dobbiamo escogitarle tutte per fare sì che i nostri ragazzi continuino a giocare e a divertirsi nei più classici dei modi attraverso il contatto fisico, quello visivo e quello olfattivo ma soprattutto ‘sporcandosi’. Dobbiamo difendere il gioco in strada, sull’erba e nell’acqua ed evitare che i giochi elettronici e i programmi televisivi li inghiottiscano per restituirceli adulti, lindi e cinerei.

    Non dico che sia facile nè poco dispendioso ma è un patrimonio a cui non dobbiamo rinunciare. Non a caso parlo di patrimonio, il valore del gioco tradizionale è stato infatti dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco nel 2003. Ebbene preparate gli zaini e scaldate i motori, il 24, 25 e 26 settembre prossimi si va a Verona alla nuova edizione del Tocatì festival Internazionale dei Giochi di Strada.

    Ospite di questa edizione è la Svizzera. Il centro città, non dimentichiamolo anch’esso patrimonio dell’umanità, sarà interamente pedonale per tre lunghissimi giorni, lungo le vie, sulle piazze e nelle biblioteche avranno luogo i giochi tradizionali, come il Platzgen, il Kegeln e lo Steinstoss svizzeri o i nostrani Morra, Cuccagna e Ruzzolone ma molti sono anche i giochi da tavoliere, i laboratori e le conferenze sparse in città, dal come costruire cerbottane e trottole agli incontri autobiografici con personaggi del mondo della cultura.

    Si tratta davvero di un’occasione speciale per grandi e piccini, un tuffo nel passato di buon auspicio per il futuro.