Gravidanza, attenzione alla tiroide

da , il

    Gravidanza, attenzione alla tiroide

    La tiroide è quella ghiandola che tiene sotto controllo la velocità di tutte le funzioni dell’organismo, compresa anche quella mentale. E durante la gravidanza può andare incontro a problemi di malfunzionamento.

    Il cattivo funzionamento può avere effetti negativi sia sullo sviluppo del bambino che sulla mamma che potrebbe manifestare sintomi simili alla depressione post parto.

    Durante i mesi della gestazione, infatti,la produzione dell’ ormone tiroideo non è sufficiente e questa mancanza si scopre solo con l’ analisa del TSH nel sangue.

    Spesso è molto alto a causa della mancanza di iodio.

    Ma, una volta, scoperto si può rimediare e curare la poca produzione dell’ormone tiroideo con l’aggiunta di sale iodato nei pasti oppure si possono mangiare più uova, latte o pesce.

    Semplici le cure anche per i disturbi della tiroide dopo il parto.

    Infatti nel 10% dei casi è possibile che si possa sviluppare un’ infiammazione della tiroide che può portare, dapprima, all’iperfunzionamento e, in seguito, all’ipofunzionamento.

    L’infiammazione, nel 70% dei casi, guarisce spontaneamente ma può portare dei sintomi fastidiosi come la tachicardia, uno stato d’ansia, agitazione, astenia e affaticabilità. Tutti sintomi che possono essere confusi con quelli della depressione post parto ma che se presi per tempo possono essere superati grazie ad una semplice visita endocrinologa .