Guardarsi allo specchio: a che età i bambini si riconoscono?

da , il

    A quanti anni i bambini imparano a riconoscere la propria immagine riflessa allo specchio? Questa capacità fa parte di uno stadio fondamentale dello sviluppo psichico e secondo la teoria dominante tra gli psicologi infantili è assolutamente scollegata con la capacità di riconoscere la propria persona in video di famiglia, nelle fotografie o in filmati registrati. Solitamente questa capacità si sviluppa intorno ai 18-24 mesi. Per dimostrarlo è stato usato il test della macchia rossa: in pratica si disegna un pallino rosso sulla fronte del bambino e si chiede al test di posizionarsi di fronte allo specchio. Se il bambino si tocca la fronte per cercare di capire cos’è il cerchio rosso questo significa che ha riconosciuto se stesso riflesso allo specchio.

    Se non ha sviluppato questa capacità invece d’istinto si avvincerà allo specchio o arretrerà spaventato. In genere quindi a partire da un anno e mezzo i bambini iniziano a riconoscere la propria figura riflessa allo specchio. A 2 anni quasi tutti i bambini hanno sviluppato questa capacità: secondo il test della macchia rossa sopra descritto e condotto presso l’Università del Queensland (Usa) la percentuale corrisponde al 90%. Chissà se anche in questo noi donne siamo più vanitose fin da bambine e prendiamo dimestichezza con lo specchio prima dei coetanei maschietti. Ma prima di arrivare a questa consapevolezza cosa succede? Se un bambino viene messo davanti allo specchio appare confuso e incuriosito dalla figura che si presenta di fronte a lui e confonde il piano reale con quello riflesso nello specchio. Probabilmente cercherà di avvicinare questa figura e di toccarla. A volte può essere spaventato dai suoi stessi movimenti riflessi. I risultati possono essere spesso divertenti agli occhi degli adulti: guardate questi video selezionati dalla rete.

    Non sono dolcissimi?